PRODUZIONI VEGETALI 

STRUTTURA DEL CORSO Introduzione Produzioni vegetali: conoscenze e tecniche CONCETTI CHIAVE WB - LIBRO DIGITALE Il delicato equilibrio tra fattori pedologici e climatici ha effetti f diversificati in relazione agli ambienti. Contenuti: sistema suolo, territorio, carta dei suoli, interventi tecnici, clima, microclima, ambiente, pianta, genetica, richiami botanici. I 1 G LOSSARY R Suolo: Soil I.1 Il suolo è un sistema complesso dove l equilibrio biologico, dovuto agli organismi che vi risiedono, garantisce un ambiente ideale per la vita delle piante. The delicate balance between soil and climate has several effects according to the different environments. Contents: soil system,territory, r soil chart, technical interventions, climate, microclimate, environment, plant, genetics, references of botany. y MAPPE DI RIEPILOGO CON ASCOLTO Italiano/English VIDEO OPTION Suolo: aspetti fondamentali Il suolo è fra le componenti fondamentali del capitale naturale, essenziale per l esistenza delle specie viventi presenti sul pianeta, posto al centro dei principali temi ambientali, dall adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici per giungere fino alla sicurezza alimentare e alla salute umana. Al suolo sono attribuite molte funzioni vitali dal punto di vista ambientale, quali lo stoccaggio e la trasformazione sia di elementi minerali ed organici sia di energia, la produzione di biomassa, il filtro per la protezione delle acque sotterranee e lo scambio di gas con l atmosfera. Il suolo è altresì importante come supporto agli ecosistemi, riserva di patrimonio genetico e di materie prime, oltre ad essere un elemento essenziale del paesaggio. La ridotta consapevolezza dell importanza del suolo rappresenta, frequentemente, uno dei principali ostacoli allo sviluppo di politiche di pianificazione territoriale e uso del suolo finalizzate ad assicurare la c zione delle risorse e a ridurre sione ambientale. giunto il m di adottare strategie in gra spondere alla domanda di m produttività delle colture, di mento dei costi e di stabilità d produttive, mediante il ricorso glioramento genetico partec basato sulla diffusione di risor tiche adatte all ambiente (oss gando la biodiversità delle va calmente presenti e di quelle nelle banche del germoplasm partecipazione attiva degli ag e sull integrazione tra selezio piante e tecniche agronomich nibili. Alla semplificazione dei concetti chiave contribuisce, in maniera concreta, un efficace apparato iconografico costituito da veri e propri percorsi visivi che utilizzano: 22 PRODUZIONI VEGET Coltivazioni orticole AVE CONCETTI CHI tto, prodo Innovazione di to qualitativo ramen tipicità e migliole produzioni caratterizzano nuti: fragola, orticole. Conte ore, peperone, fi cavoli e cavol he e insalate, melanzana, lattug e, zucchini e anguria e melon carciofo, piante lo, zucche, cetrio officinali. 4 1 Piante erbacee: Herbaceous plants Richiami botan ici per le produ Tutte le pian te che, trann zioni e casi erbacee nella parte aere particolari, hann a presentano o una piccola un fusto verd taglia (non olt grado di svolg e, non lignificat ere la fotosintes o e di consisten i clorofillian erbacee. Quel fi a, sono gene le di maggior ricamente chiam interesse agro giosperme e, ate e nomico appa in base alla rtengono alla modalità con possono esse divisio cui re distinte in espletano e piante annuali, completano il loro piante biennali, o piante pere Piante nni. annuali: hann o durata di ciclo vitale si un anno in svolge nel cors qua e muoiono al o di una sola sopr stagione semi per la gene aggiungere dell inverno, dopo ave razione succ essiva. I.28 FFrumento f di fine acces mento-inizio levata in fase al termine dell in tiverno. I.29 Calatide di girasole prossi trebbiatura ma alla r in agosto. I.30 Giovane f del ciclo, a piantina di mais nelle prime fasi r Nell im possono notare primavera. almeno 2-3 ffallan magine si germinati) dopo ze (semi non la piantina in primo piano. Piante biennali: con il loro ciclo due anni solar ricoprono com i. Nel primo plessivamente anno la pian strutture vege ta cresce svilu tative (radici, ppando le fusti e foglie), secondo anno sbocciano i fiori nella primaver a del frutti e semi. (salita a fiore ), e vengono prodotti I.31 Coltura mentare nella di cipolla per il consumo alif fase r samento dei prossi r mi alla raccolt di ingros bulbi a. ILOGO MAPPE DI RIEP LTO CON ASCO h Italiano/Englis VIDEO OPTION ive delle colture ort e di ortaggi, alla produzion Caratteristiche re destinate ta, molto imamento le coltu odoro e pata rupp pom in questo ragg di queste, come di elevati livelli di meccanizSono trattate serra; alcune e, per la richiesta campo sia in re industriali sia in pieno ttere di coltu estensione sia fatturato ed o assunto cara nomica, hann portanti sia per zate per il sificazione agro olo relativo. capit nel di piante utiliz zazione e inten e eterogeneo a diversi state sviluppat in relazione o un gruppo pertanto, sono ntan rente rese diffe e rapp in modo Le colture ortiv tano a essere classificate ggi si pres nguono in orta consumo che seguito: umata. Si disti odoro, specificato di pianta cons da frutto (pom aspetti, come alla parte della ta), ecc.), ortaggi zione in base acio, insalate, cipalmente caro classifica olo nero, spin da radice (prin gi da (cav ure ecc.) e ortag ecc.), ortaggi orti- da foglia o verd ne, anguria, porro, aglio, lla, melo 4.1 Il comparto , (cipo hino o da bulb e frutta peperone, zucc ta), ortaggi colo, con verdura ono (pata poss ro e mo tube ortiv consu colture utilizzate per il a uno ortaggi da , ecc.); attuato. Le fredde pisello, fava e tunnel, serre di coltivazione fresco, rappresent ercial- seme (fagiolo, protetta com base al tipo dei settori comm ici in classificazione in sia in coltura pieno campo mente più dinam olari zzate sia in . reali (4.2) re enza esse apparten funzione delle particnelle botanica di riscaldate; alla famiglia esigenze espresse filiera: o serre zione in base diverse fasi della bu- classifica distri OLA coltiv azion e, COLTURA ORTIC NICA zione, consumo. a FAMIGLIA BOTA a, lattuga, cicori Carciofo, indivi verza cappuccio, cavolo Composite Cavolfiore, cavolo , cetriolo zucca ino, fere zucch Cruci Melone, anguria, ee pisello rbitac fava, Cucu Fagiolo, fagiolino, a Leguminose asparago*, cipoll aragacee) Aglio, sedano Liliacee (*AGP-Asp Carota, finocchio, Ombrellifere Fragola zana peperone, melan Rosacee Patata, pomodoro, Solanacee in Italia. orticole coltivate 4.2 Principali specie G LOSSARY ERBACEE ALI ITALE WB - LIBRO DIG are Horticultural crops ct by produ characterized lity and quality innovation, typica nts: strawberry, Conte r, improvement. cauliflower, peppeand cabbage and e, watermelon aubergine, lettuc and pumpkin, al melon, courgettes oke and officin cucumber, artich herbs. protette: Colture ortive ltural crops Protected horticu I 4 G LOSSARY R 4 Capitolo piante Ogni Capitolo definisce in apertura l argomento, la cui trattazione procede favorita da un linguaggio chiaro e lineare, inserito in un contesto grafico compiutamente arricchito per facilitare l elaborazione visiva e, quindi, una migliore comprensione dei contenuti. I.32 Infio fi resce cipolla (ombrella) nza di in post st fioritura r e maturr ella colturra da seme azione, nella . LI STRIA URE AGROINDU 135 Capitolo 3 PIANTE E COLT PRODUZIONI VEGE 3 3 TALI: CONO SCENZE Girasole I frutti carnosi E TECNICHE 29 Introduzione Tra le diverse tipolo gie di frutti quelli una categoria carnosi rappresent molto important ano senziali, e, non solo per boree, ma anche mesocarpo bianc le piante arper le produzion o e spugnoso ed piega a formare si tratta di frutti i erbacee in quant endocarpo che peli succosi che eduli che nell in si ricomp sieme sono parte o spesso Peponide: partic rante del setto olare tipo di bacca ongono i singoli spicchi. re ortofrutticolo. preponde- cetrio Di seguito sono le tipologie più , tipico frutto di zucca, importanti. richiamate Bala lo, melone e anguria. Bacca: è un frutto ustio: è anche quest polisp o un particolare ermo (cont dificata, suddivisa carpo e il meso tipo di bacca moin più sezioni e carpo sono carno enente più semi). L endodelle rappr stinguibili tra loro. si e perciò diffici lmente di- DrupPunicaceae, come il melograno esenta il frutto tipico La . al seme è da attrib presenza di una parete lignifi a: è un frutto cata intorno uire al seme stesso in cui sono ben del pericarpo. gli acini di uva, la distinguibili i tre . Come esempio L endocarp banana, il pomo abbiamo legno strati doro. Esperidio: è un so intorno al seme o costituisce un involucro duro e particolare tipo . Come esempio sca, albicocca, cilieg di bacca caratterist agrumi. Ha esoca abbiamo susina, ia, oliva, mango. rpo con tasche peschizolisigene, ricche ica degli formati da aggre Vi gati di drupe, come sono poi frutti carnosi di oli es- rovo, il lampone e la detti polidrupe. mora di FRUTTI CAR NOSI WER GIRASOLE - SUNFLO o botanico inquadrament thus Genere Helian oliophyta thus Divisione Magn ida Specie Helian Classe Magnoliops annuus les Ordine Astera cee Astera Famiglia e con nze termiche modeste esige ile-estivo, di ppo. ciclo primaver e fasi di svilu di adattauna specie a re nelle prim voli capacità Il girasole è e temperatu biologico e note girasole tenza alle bass superficie a brevità del ciclo della elevata resis da 70% zzata del caratteri idrica. Più Bacca una specie a disponibilità Epicarpo: memb izioni di scars Bacca modificat ranoso mento a cond ria e Toscana. a Mesocarpo: carno Marche, Umb Peponide so è coltivata nelle Drupa Endo Epicarpo e meso n- Semi carpo: carnoso Epicarpo: memb immersi dirett Endocarpo: deliqu carpo: fusi e carnosi a notevoli profo fino ranoso dosi amente nella polpa escente a matur espanden ad altre Mesocarpo: carno ità radicale che, inaccessibili he rato idric appa o ve Endocarpo: legno so che può sviluppat zare riser so fusto vigoroso pianta di utiliz dotata di uno dal , alla Semi osita nza ette protetti da endoc comp postno, perm arpo legnoso grossa infioresce rispecie. una 3.9 Calatide in dità nel terre i 2 m, con una iti sul fioritura. svilupparsi oltre erosi fiori inser o tide, con num a 3.000. Il frutt (3.9), detta cala variabile da 500 ero num in cettacolo, è un achenio. non o seme il bber te potre lino contenen centro del capo priva di I fiori posti al zona centrale o luogo a una o ampia in allegare, dand re più o men ientali che può esse acheni utili, condizioni amb Stigma un intensità delle ando talvolta funzione dell rmin dete varietà, acheni per caAnterea avverse e della Stigm della resa di con polline decremento significativo o radiale o ligulat Fiore f Area Index) polino (3.10). o del disco e, con LAI (Lea 6 ispid Fiore tubolare di, (con 2 4,8 Ha foglie gran te per m ) a 3,2 (con 4 pian cioè la tenStigma variabile da eliotropismo, 2 onto, Stami noto il suo Corolla dall alba al tram piante a m ). cui moto del sole in il Corolla a ire epoc segu a tubulare denza la fioritura, si attenua dopo verso E-NE. tendenza che alentemente Pelli ESPERIDIO Ovario orientano prev del pappo le calatidi si Epicarpo: memb BALAUSTIO ranoso Ovario Mesocarpo: spugn Ligula Ligul a POLIDRUPA b Endo c a : memboso (albedo) carpo 120 e d da ranoso, si ripieg ole è variabile a circon10a giras dare del peli ghiandolar gico dura i succosi, Il ciclo biolo germinazioneformandora della gli ta spicch dura i Brattee temperatu 180 giorni. La midità e alla all u foione di relaz numero 20 giorni in iazione del enzata La differenz del terreno. fortemente influ Ricettacolo ne fiorale è eratura. In colo glie e del botto to, della temp Cavità del ricetta à e, soprattut circa una della luminosit emergenza a le, è do, che va dalla fiora ne perio to botto ques arsa del li ancora chiusi a della comp ri fertili centra o ai pollini di elevata a) Fiori tubola settimana prim Mora di rovo ole disponga dello stilo reattiv Melograno linazione e che il giras b) Fuoriuscita Lampone aperti per l impol o. già avvenuta molto important c) Fiori con stami dove la fecondazione è ionamento idric siti à e approvvig d) Fiori appas sterili periferici nosit lumi Libro digital e) Fiori ligulati e nza di girasole. Approfondimenti ne dell infioresce ra e composizio 3.10 Schema, struttu L azienda agraria La filiera agroalimen tare Regioni pedologich e italiane APPROFONDIMENTO schemi didattici, che permettono di visualizzare concretamente anche i concetti più complessi; I contenuti relativi alle produzioni vegetali erbacee, proposti in questo volume A del Corso, sono aperti dall Introduzione e sviluppati in 7 Capitoli tematici, più un Appendice finale con esempi di schede tecniche delle colture. logici Caratteri morfo schemi riepilogativi, inseriti nel testo che, unitamente ai numerosi approfondimenti, accompagnano il testo scritto o estendono la trattazione sul Libro digitale scaricabile online; 0045.StrutturaDelCorso.indd 10 Ciclo biologico 3/18/19 1:26 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee