PRODUZIONI VEGETALI 

COLTIVAZIONI ORTICOLE G LOSSARY Scarducciatura: Desuckering 245 Capitolo 4 La micropropagazione in vitro ha determinato l impiego di materiale genetico in grado di garantire una notevole sicurezza dal punto di vista sanitario. La densità d impianto oscilla tra 7000-10.000 piante/ha, con distanze di circa 1-1,3 m tra le file e 0,80-1,3 m sulla fila; poiché i rizomi tendono ad espandersi, per rispettare tali distanze si pratica la scarducciatura, cioè il diradamento dei nuovi getti (4.81). Durante il riposo vegetativo è utile procedere al taglio della vegetazione in modo da rigenerare la carciofaia e ottenere nuovi getti dalle gemme basali. Per quanto riguarda le esigenze nutrizionali, il carciofo presenta i seguenti fabbisogni (riferiti a 100 kg di capolini): N: 1,6-1,9 kg; P2O5: 0,3-0,4 kg; K2O: 2,4-2,7 kg. CARCIOFO - CONCIMAZIONE AZOTATA DECREMENTI INCREMENTI Apporto standard di azoto in situazione Quantitativo di azoto da sottrarre (-) alla dose normale per una produzione di 55.000- Quantitativo di azoto che può essere agstandard in funzione delle diverse condizioni 65.000 capolini giunto (+) alla dose standard in funzione delle diverse condizioni U 30 kg se si prevedono produzioni inferiori a 55.000 capolini U 20 kg in caso di elevata dotazione di sostanza organica U 20 kg in caso di apporto di ammendante alla coltura precedente DOSE STANDARD: 120 kg/ha di N U 30 kg se si prevedono produzioni superiori a 65.000 capolini U 20 kg in caso di scarsa dotazione di sostanza organica U 20 kg in caso di successione a un cereale con paglia interrata U 15 kg in caso di forte lisciviazione dovuta a surplus pluviometrico in specifici periodi dell anno CARCIOFO - CONCIMAZIONE FOSFATICA DECREMENTI INCREMENTI Apporto standard di P2O5 in situazione Quantitativo di P2O5 da sottrarre (-) alla dose normale per una produzione di 55.000- Quantitativo di P2O5 che può essere agstandard 65.000 capolini giunto (+) alla dose standard U 15 kg se si prevedono produzioni inferiori a DOSE STANDARD 55.000 capolini U 80 kg per terreni con dotazione normale U 10 kg in caso di alto tenore di sostanza or- U 120 kg per terreni con dotazione scarsa ganica nel suolo U 50 kg per terreni con dotazione elevata U 15 kg se si prevedono produzioni superiori a 65.000 capolini U 10 kg in caso di basso tenore di sostanza organica nel suolo CARCIOFO - CONCIMAZIONE POTASSICA DECREMENTI Apporto standard di K2O in situazione norINCREMENTI Quantitativo di K2O da sottrarre (-) alla dose male per una produzione di 55.000-65.000 Quantitativo di K2O che può essere agstandard giunto (+) alla dose standard U 10 kg se si prevedono produzioni inferiori a DOSE STANDARD U 10 kg se si prevedono produzioni su55.000 capolini U 150 kg/ha in caso di terreni con dota- periori a 65.000 capolini zione normale U 200 kg/ha in caso di terreni con dotazione scarsa U 80 kg/ha in caso di terreni con dotazione elevata b c 4.81 (a) Fasi di moltiplicazione agamica del carciofo tramite carducci. (b) Carduccio dopo la messa a dimora. (c) Giovane capolino di carciofo prossimo alla raccolta. 0095.Capitolo_4b.indd 245 3/15/19 3:45 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee