PRODUZIONI VEGETALI 

COLTIVAZIONI ORTICOLE 233 Capitolo 4 Fusarium oxysporum f. sp. radicis-cucumerinum; Meloidogyne incognita, Meloidogyne arenaria, Meloidogyne javanica; Phomopsis sclerotioides; Rhizoctonia solani; Verticillium sp. importante effettuare la scelta del portainnesto in base alla tecnica colturale e in funzione del risultato finale che si vuole ottenere (4.64). Fra le cultivar di melone più diffuse si citano: Cantalupo di Charentais, Arancino, Burpee Hybrid, Cantalupo Prescott Fond Blanc, Napoletano Verde precoce, Retato degli ortolani, Retato di Calvenzano, Napoletano giallo, Rugoso di Cosenza, Tendral. Tecnica colturale e aspetti mercantili fondamentale curare la sistemazione del terreno, prestando particolare attenzione alla realizzazione del drenaggio sotterraneo o di un efficiente affossatura. Nel caso di terreni tendenzialmente argillosi si consiglia di sostituire all aratura profonda una lavorazione a due strati mediante aratro ripuntatore INNESTO PER APPROSSIMAZIONE o una discissura (50-55 cm), seguita Rimozione da un aratura che non superi i 40 cm. dell apice La lavorazione preparatoria principale vegetativo è eseguita prima dell autunno per faTagliare vorire l immagazzinamento di una il nesto Far coincidere Applicare maggiore quantità di acque meteorile incisioni la molletta Incisione che nello strato di terreno esplorato dalle radici. INNESTO A SPACCO IN TESTA Qualora il melone sia preceduto da Bisturi Inserire una coltura autunno-vernina, la lavoil nesto sul piede razione principale dovrebbe preceRimuovere l apice vegetativo e fare un incisione a V con un bisturi VARIET MELONE IN COLTURA MELONE IN COLTURA SEMIFORZATA PROTETTA** Bacir Bliz Boutique Caldeo Esador Gaudio Giusto Globstar Honey moon Macigno** Pavolo Rotari Safir Sogno Tuareg Wellcome 34633 Bacir Bliz Donar Ganzo Globstar Harper Hybrid** Macigno Melixis Raptor* Safir Sogno* Talento Valerio Wrangler * Da utilizzare preferibilmente in campo per cicli tardivi. ** Consigliato innestato. 4.65 Elenco varietale consigliato per la regione Emilia Romagna. 0095.Capitolo_4b.indd 233 Applicare la molletta Tagliare a V il nesto 4.64 Diverse modalità di innesto praticate su piantine di melone. FASE PERIODO QUANTIT D ACQUA* INTERVENTI 1 Marzo (pre-trapianto) 7,5-22,5 Unico 2 Marzo (fino ad attecchimento) 7,5-22,5 2-3 volte 3 Aprile (post-attecchimento) 11 1 per settimana 4 Maggio (pre-allegagione) 7,5 2 per settimana 5 Maggio (post-allegagione) 9 2 per settimana 6 Giugno (prime raccolte) Solo di soccorso dopo lo stacco della prima fioritura 7 Luglio (durante la raccolta) Solo di soccorso IRRIGUI * Litri per metro di manichetta. 4.66 Irrigazione del melone in coltura protetta (quantità e turni irrigui). Esempio: con tunnel di 70 x 4 m occorrono 280 m di manichetta. In fase 5 (9 L/m) sono richiesti 280 x 9 = 2520 litri di acqua 2 volte alla settimana. L applicazione dello schema è valida per colture trapiantate nella seconda metà di marzo e su terreni tendenzialmente sciolti. 3/15/19 3:45 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee