PRODUZIONI VEGETALI 

COLTIVAZIONI ORTICOLE Asparago (Asparagus officinalis) In Europa l asparago è prodotto principalmente in Spagna, Germania, Italia, Francia, Grecia, Olanda, Ungheria, Polonia, Regno Unito. La produzione di turioni bianchi è concentrata in Germania, Olanda, Francia, Polonia, Spagna settentrionale, Italia Nordorientale, Austria, Svizzera, Belgio, Danimarca. Negli altri Paesi europei e nel resto del mondo si consumano quasi esclusivamente turioni verdi. ESIGENZE CLIMATICHE E PEDOLOGICHE. adatto ai climi temperati. La pianta alterna un periodo vegetativo a uno di riposo. Le condizioni ottimali del terreno sono: pH compreso tra 6 e 7,5; elevate permeabilità e aerazione; strato arabile non inferiore a 80 cm; conducibilità elettrica della soluzione circolante fino a 5,8 mho/cm. CARATTERI BOTANICI E BIOLOGIA. L asparago coltivato è una specie diploide, raramente tetraploide, perennante, dioica, della famiglia delle Liliaceae (Cronquist) o Asparagaceae (AGP). La parte sotterranea della piante è detta zampa . Le gemme che si sviluppano sul rizoma danno origine ai germogli detti turioni . VARIET . Le vecchie varietà a libera impollinazione sono state ormai quasi del tutto sostituite da ibridi, da scegliere in funzione dell adattabilità all ambiente pedoclimatico e alla qualità del turione. TECNICA COLTURALE. La potenzialità produttiva dipende dall efficienza degli organi di riserva sotterranei e della fronda durante il periodo vegetativo. AVVICENDAMENTO. Evitare precessioni colturali con carota, barbabietola, medica, trifoglio e patata, che possono ospitare infezioni di Rhizoctonia violacea. Il ritorno della coltura sullo stesso terreno può avvenire dopo almeno 5 anni. SISTEMAZIONE E PREPARAZIONE DEL TERRENO. Il drenaggio profondo e la baulatura sono indispensabili per il buon esito della coltura. La profondità di aratura influisce in modo positivo sulla durata economica della coltura. Dopo una grossolana erpicatura si aprono i solchi, sul fondo dei quali vanno collocate le zampe o le piantine. La distanza tra le file è di 130-150 cm per la produzione di turioni verdi e 200-220 cm per quella di turioni bianchi. CONCIMAZIONE. Nell anno di impianto, le asportazioni di elementi nutritivi sono molto contenute; in seguito diventano proporzionali alla biomassa prodotta. Una coltura che produce circa 7 t/ha di turioni asporta dal terreno 140 kg/ha di N; 50 kg/ha di P205; 190 kg/ha di K2O e 140 kg/ha di calcio (CaO). Mentre la sostanza organica, il fosforo e il potassio sono apportati in inverno e interrati con la lavorazione meccanica del terreno, i concimi azotati a pronto-medio effetto devono essere distribuiti in 2-3 soluzioni al termine della raccolta a fine luglio. IMPIANTO. Per l impianto possono essere utilizzate zampe di un anno, oppure piantine di 60-70 giorni, coltivate in contenitori alveolati. Le zampe sono collocate manualmente nei solchi e ricoperte con uno strato di terra non superiore a 5 cm. Le piantine possono anche essere trapiantate meccanicamente, ma in solchi profondi al massimo 10 cm. Tra le zampe o le piantine nel solco, la distanza consigliata è di 33-35 cm. LOTTA ALLE MALERBE. raccomandata nei primi due anni di coltivazione. 0090.Capitolo_4a.indd 219 DISPONIBILIT NEL TERRENO Sostanza organica (%) fino a 1 1-2 oltre 2 Azoto minerale (ppm) fino a 30 40-60 oltre 80 P2O5 assimilabile (ppm) fino a 5 6-12 oltre 15 K2O disponibile (ppm) fino a 30 40-60 oltre 70 219 Capitolo 4 ET DELL ASPARAGIAIA DA 1 II APPORTARE ANNO ANNO DAL III ANNO Stallatico (t/ha) 30 15 0 30 15 0 N (kg/ha) 150 100 50 180 120 70 200 150 110 P2O5 (kg/ha) 80 60 40 90 70 50 K2O (kg/ha) 250 180 100 280 200 120 4.43 Dosi di fertilizzanti consigliate in funzione della disponibilità nel terreno e dell età dell impianto. IRRIGAZIONE. La coltura dell asparago fornisce elevate e stabili produzioni solo con l ausilio dell irrigazione. OPERAZIONI COLTURALI ANNUALI. Prima del risveglio vegetativo, per la produzione di turioni bianchi vanno realizzati cumuli di terra sulla fila, in modo che le gemme del rizoma si trovino ad almeno 25 cm di profondità. I cumuli di terra vanno poi ricoperti con film plastico nero, dello spessore di 0,15 mm. PRODUZIONE. Al termine del riposo invernale il risveglio vegetativo è indotto dalla temperatura che deve rimanere per alcuni giorni oltre i 10 °C. In pieno campo ciò si verifica all inizio di aprile in Pianura Padana, a metà marzo al Centro-Sud e a inizio marzo in Sicilia e Sardegna. La coltura sotto tunnel non riscaldato permette una anticipazione in media di 20-25 giorni. La prima raccolta avviene due anni dopo l impianto, le rese sono intorno a 2-4 t/ha; dall anno successivo la resa varia da 2-3 a 8-10 t/ha. Il periodo di raccolta non dovrebbe mai superare i 65 giorni in pieno campo e i 50 giorni in coltura protetta. Nella raccolta di turioni verdi è utilizzata una macchina semovente sulla quale l operatore regola la velocità di avanzamento e la frenata tramite pedali. CONSERVAZIONE DEL PRODOTTO. Dopo la raccolta i turioni sono trasportati in cella refrigerata a 3 °C con aria forzata e il 95% di umidità. Possono essere conservati per 5-7 giorni. a b 4.44 (a) Varietà di asparago; (b) coltivazione di asparago verde di Altedo IGP. 3/15/19 3:45 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee