PRODUZIONI VEGETALI 

18 PRODUZIONI VEGETALI ERBACEE istituisce l Autorità Europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel relativo campo . Il quadro normativo comunitario è stato completato dal Regolamento (CE) n. 1829/2003 del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativo a Alimenti e mangimi geneticamente modificati , e dal Regolamento (CE) n. 1830/2003 del Parlamento Europeo e del Consiglio concernente la tracciabilità e l etichettatura di organismi geneticamente modificati e la tracciabilità di alimenti e mangimi ottenuti da OGM nonché la modifica della Direttiva n. 2001/18/CE . Tali regolamenti si sono aggiunti alla normativa comunitaria pre-esistente, ovvero la Direttiva n. 2001/18/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa a Emissione deliberata nell ambiente di organismi geneticamente modificati che abroga la Direttiva n. 1990/220/CE, riguardante le procedure di autorizzazione a fini sperimentali e di commercializzazione delle colture transgeniche. I.23 Mais e soia sono due colture che a livello mondiale sono state oggetto di ricerca e sperimentazione di tipo OGM. Il dubbio che gli organismi OGM possano determinare in futuro problematiche salutistiche ha causato una forte contrapposizione a livello mondiale: OGM SI, OGM NO! Attualmente, chiunque voglia immettere in commercio un OGM, o prodotti ottenuti da OGM, destinati all alimentazione umana e/o animale, può presentare una richiesta di autorizzazione in base al Regolamento (CE) n. 1829/2003, all Autorità Nazionale Competente di uno Stato membro che, a differenza di quanto accadeva per le richieste presentate in base alla Direttiva n. 2001/18/CE, informa l Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (European Food Safety Authority EFSA, istituita con il Regolamento (CE) n. 178/2002) e le fornisce tutta la documentazione. L EFSA è tenuta a informare immediatamente la Commissione Europea e gli altri Stati membri della domanda, mettendo a loro disposizione i documenti relativi. Una sintesi della notifica è pubblicata sul sito dell EFSA. Inoltre, l EFSA fornisce alla Commissione Europea e agli Stati membri il parere tecnico-scientifico sulla notifica, sul quale poi si baserà la decisione in merito all autorizzazione. L entrata in vigore del Regolamento (CE) n. 1829/2003 ha suscitato la perplessità di diversi Stati membri per l evidente sovrapposizione normativa di tale Regolamento con la Direttiva n. 2001/18/CE. In particolare, per gli OGM sarebbe stato logico che la norma relativa al settore degli alimenti e dei mangimi si occupasse solo di tali prodotti e non, come proposto dalla Commissione Europea, anche del rilascio ambientale degli OGM destinati a diventare direttamente o indirettamente alimenti o mangimi; gli OGM in quanto tali dovevano essere trattati nella Direttiva n. 2001/18/CE, mentre il Regolamento doveva occuparsi esclusivamente dei prodotti derivati da OGM, costituiti e/o contenenti OGM per uso alimentare. L apporto positivo offerto dal Regolamento (CE) n. 1829/2003 alla normativa per l immissione in commercio dimostra una maggiore e specifica attenzione alla sicurezza alimentare di questi prodotti. Viene infatti espressamente richiesta, tra le altre informazioni, un analisi supportata da dati scientifici adeguati che provi la sostanziale equivalenza delle caratteristiche dell alimento rispetto a quelle dell alimento tradizionale tenuto conto dei limiti accettati e delle variazioni naturali di tali caratteristiche (art. 5 comma 3.f). opportuno ricordare che, se pur modificato attraverso l abrogazione di alcuni articoli, il Regolamento n. 258/1997 relativo a Nuovi prodotti e nuovi ingredienti alimentari , è tuttora in vigore. Tuttavia, la procedura di notifica sugli alimenti geneticamente modificati, basata sul principio di equivalenza sostanziale, è stata abbandonata a favore del nuovo approccio del Regolamento (CE) n. 1829/2003 legato a un processo di valutazione che garantisca chiarezza, trasparenza e un contesto armonizzato ai fini autorizzativi. Per rendere più completo l impianto normativo del settore, la Commissione UE ha ema- 0050.Introduzione_a.indd 18 3/15/19 3:39 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee