PRODUZIONI VEGETALI 

12 PRODUZIONI VEGETALI ERBACEE 1a LETTERA 2a LETTERA 3a LETTERA f m w s A Clima tropicale Temperatura media .18 °C B C D E S h W k s w f a b c d T GRUPPI CLIMATICI F I.15 Classificazione climatica di K ppen. Clima arido Evaporazione > precipitazione Clima temperato -3 °C , temperatura media del mese più freddo ,18 °C Clima boreale Temperatura media del mese più freddo , -3 °C Temperatura media del mese più caldo . 10°C Clima polare Temperatura media del mese più caldo , 10 °C Legenda: f 5 sufficienti precipitazioni mensili; m 5 foresta pluviale; w 5 stagione secca in inverno; s 5 stagione secca in estate; S 5 clima steppico; h 5 caldo secco, temperatura media annuale .18 °C; W 5 clima desertico; k 5 freddo secco, temperatura media annuale ,18 °C; a 5 temperatura del mese più caldo .22 °C; b 5 temperatura del mese più caldo ,22 °C, con almeno 4 mesi a temperatura media .10 °C; c 5 meno di 4 mesi a temperatura media ,10 °C; d 5 meno di 4 mesi a temperatura media ,10 °C, ma con temperatura del mese più freddo di ,-38 °C;T = clima della tundra con T medie ,0 °C; F = gelo perenne. G LOSSARY Fattori climatici: Climatic factors LETTERA TIPI DI CLIMA A Climi megatermici umidi o tropicali umidi B Climi aridi C Climi mesotermici o temperati caldi D Climi microtermici o boreali E Climi nivali o glaciali CLASSIFICAZIONE DI K PPEN A Tropicale umido BS Arido della steppa BW Arido desertico C Temperato caldo ET Glaciale della tundra EF Glaciale del gelo perenne SPECIFICHE PER A, C, D f Senza stagione secca s Con estate secca w Con inverno secco m A regime monsonico I.16 Combinazioni climatiche di K ppen in base al gruppo principale di appartenenza. I fattori climatici che influenzano gli elementi del clima sono: cicli stagionali, latitudine, altitudine, esposizione, pendenza del terreno, boschi e foreste, grandi bacini d acqua, correnti marine e venti continentali. Il clima è quindi determinato dalla caratterizzazione media dei parametri fisici dell atmosfera terrestre in un preciso luogo geografico e per un periodo di tempo relativamente lungo. Il clima può essere classificato in funzione della: distribuzione geografica, cioè dalle aree all interno delle quali i parametri climatici fondamentali presentano valori relativamente omogenei; in particolare, la classificazione di K ppen (I.15 e I.16) si basa sui valori assunti dalla temperatura e dalla piovosità in relazione alla vegetazione; scala, cioè dell estensione, sia verticale sia orizzontale, entro cui si verificano effetti significativi sull atmosfera, tali da differenziare le condizioni meteorologiche della scala considerata. Tra le più seguite, la classificazione di Hoshimo (I.17) che individua ad esempio: 1. microclima, per un estensione orizzontale di qualche centinaia di metri e verticale corrispondente all altezza degli alberi o dei manufatti circostanti. 2. clima locale (o topoclima) per un estensione orizzontale di alcune decine di km e verticale di 1 km; 3. mesoclima per un estensione orizzontale fino a 200 km e verticale fino a 6 km; 4. macroclima per un ampiezza verticale sino a circa 100 km e con estensione orizzontale da 200 a 5.000 km; Il clima è probabilmente il fattore che esercita la maggiore influenza sulle proprietà del suolo, inoltre influenza sensibilmente la vita esterna e interna del suolo, che di norma è in equilibrio con le condizioni climatiche che hanno porDISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE ESEMPI ORIZZONTALE (m) VERTICALE (m) tato alla sua formazione. Serra molto importante anche 1022 4 102 1022 4 101 Zona tenere presente che i caminversione 102 4 104 1021 4 103 biamenti climatici hanno termica notevole influenza sul funBacino 100 4 6 . 103 103 4 2 . 105 zionamento degli ecosiRegione 100 4 105 2 . 105 4 5 . 1026 5 5.000 km stemi. I.17 Classificazione di Hoshimo. CLIMA Microclima Clima locale Mesoclima Macroclima 0050.Introduzione_a.indd 12 3/15/19 3:38 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee