PRODUZIONI VEGETALI 

10 PRODUZIONI VEGETALI ERBACEE CAPACIT DI CAMPO (%) PUNTO DI AVVIZZIMENTO (%) ACQUA DISPONIBILE (%) Suolo sabbioso 15 5 10 Suolo franco 25 10 15 Suolo argilloso 45 15 30 SUOLO I.10 Parametri relativi alla disponibilità di acqua nel terreno (% in volume). VOLUME TERRENO CAPACIT RISERVA Suolo sabbioso 40 4.000 Suolo franco 40 Suolo argilloso 40 SPESSORE (cm) SUOLO I.11 Volumi della capacità di campo e della riserva utile, per i vari tipi di suolo. COLTURA Mais Tabacco Medica Pomodoro Patata Barbabietola Vite a Guyot Vite tendone Vite a pergoletta Vite ad alberello ACQUA DA SOMMINISTRARE (m3/ha) 2.000-3.500 1.200-1.800 4.500-9.000 600-2.500 300-1.200 1.600-2.500 2.200 4.000 2.800 1.700 I.12 Acqua da somministrare con l irrigazione (volume m3/ha): medie per colture. I.13 Esempio di mappa di monitoraggio della Regione Lazio per le aree vulnerabili da fitofarmaci. Legenda Identificazione della rete di monitoraggio delle zone vulnerabili da fitofarmaci 0050.Introduzione_a.indd 10 (m /ha) UTILE (m /ha) PIOGGIA (mm) 600 300 30 4.000 1.000 500 50 4.000 1.800 900 90 (m ) 3 DI CAMPO 3 3 Per valutare il fabbisogno idrico si può procedere con la stima dell evapotraspirazione reale (ETR) che può avvenire: con evaporimetro, tipo il classe A; con la stima del potenziale idrico del suolo tramite sensori quali i tensiometri, i blocchetti di gesso, i piezometri; con la stima dello stress idrico delle piante, un calcolo empirico, ma sicuramente utile; con indicatori biologici, cioè piante sensibili in modo particolare alle variazioni di umidità del suolo. Le quantità di acqua da somministrare variano a seconda di: tipo di suolo, coltura, epoca degli interventi, tipo di distribuzione. Quantitativi medi, solo orientativi, sono riportati in tabella I.12 (in m3/ha/ciclo della coltura). Considerazioni conclusive Per discutere in concreto dei rapporti fra suolo e agricoltura occorre porsi domande di questo genere: quali interventi colturali sono indispensabili per ottenere buone rese? Qual è il modo più conveniente (sotto un profilo tecnico-economico) per realizzarli? 0 30 60 km L evoluzione delle tecniche di lavorazione del suolo è un esempio di come taluni criteri si evolvano e di come la ricerca, che è critica di ogni realtà, porti a nuove concezioni. La preparazione di uno spesso strato di suolo, soffice e penetrabile, in cui far sviluppare le radici delle colture, se è necessaria per talune di esse barbabietola e patata per esempio tende a essere modificata per altre coltivazioni, dovendo tener conto sia dell erosione superficiale, sia dell evoluzione dell humus, sia degli eccessi di percolazione idrica che in qualche situazione non giova. Per questi motivi si sono affermati criteri nuovi: lavorazioni a doppio strato, discissure superficiali, semine su sodo; anche per i lavori intercalari si sono realizzati metodi più semplici e meno costosi per ottenere risultati non dissimili dai precedenti. Tutto ciò per esigenze di rispetto ambientale e per facilitare l ottenimento di buone qualità. Nel campo delle concimazioni (così come per i trattamenti con agrofarmaci) (I.13), ormai si opera con interventi mirati sia per quel che riguarda i diversi Fiume Lago elementi fertilizzanti, sia per le epoche di intervento, allo scopo Bacino idrografico di ridurre o evitare dilavamenti, percolazioni e inquinamenti Confini provinciali delle falde. 3/15/19 3:38 PM

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume A - Erbacee