ECONOMIA E AGROSISTEMI

144 PARTE SECONDA - Aspetti economici di valutazione dei beni e Catasto Da ricerche statistiche è stato appurato che nella zona i seminativi di I classe hanno un prezzo unitario ( /ha) di 12.000 , il vigneto di 19.000 e il bosco di castagno di 21.000 . Il valore del fondo quindi sarà dato da: seminativo 5 ha 3 12.000 5 60.000 vigneto 5 ha 3 19.000 5 95.000 bosco 7 ha 3 21.000 5 147.000 Valore del fondo 302.000 I coef cienti di valutazione o di merito Quando il bene oggetto di valutazione (sia esso un fondo rustico oppure urbano) possiede molteplici caratteristiche di diversi cazione, non è possibile esprimere il suo valore attraverso un parametro unitario. Si utilizza allora il procedimento con i coef cienti di valutazione o di merito. Figura 6 I coef cienti di valutazione vengono calcolati dal perito per la stima di un bene oggetto di valutazione, in questo caso un immobile. In pratica, tali coefficienti sono costituiti da numeri (maggiori dell unità se siamo in presenza di un vantaggio rispetto al riferimento, minori dell unità in caso di svantaggio) che operano la correzione dei valori medi di riferimento. sempio del metodo Per la valutazione di un fabbricato di 101 m2 si fa riferimento al valore di un bene simile stimato in 3.450 /m2 che deve essere corretto con l introduzione di coefficienti di merito per determinare il valore reale in funzione di quanto segue: Ubicazione zonale: semi-centrale, la normale fruizione di servizi e la posizione connotano l immobile in termini incrementali rispetto a quelli definiti medi; è possibile quindi assegnare un coefficiente aggiuntivo pari a 1,01. Caratteri ambientali: il ceto sociale degli abitanti della zona può essere definito medio, pertanto si assegna un coefficiente pari a 1. Sono presenti quadri di dissesto: causati da pessime attività di manutenzione che hanno determinato lesioni alla copertura che deve essere completamente rifatta anche per sostituire l Eternit con tegole in cotto; per questo il coefficiente riduttivo è pari a 0,90. Immobile non caratterizzato da elementi costruttivi di particolare pregio o esteticamente rilevanti e le finiture sono da ritenersi normali; viene dunque ritenuta equa la scelta di un parametro pari a 1. Stato degli impianti (riscaldamento, sistema elettrico e idrico-sanitario): per quanto sopra detto, sono da identificare con un coefficiente di riduzione pari a 0,95. 12_P02_C02.indd 144 3/27/18 2:49 PM

ECONOMIA E AGROSISTEMI
ECONOMIA E AGROSISTEMI
VOLUME 2