1.2 Il bene in relazione ai valori di surrogazione,

124 PARTE SECONDA - Aspetti economici di valutazione dei beni e Catasto 1.2 Il bene in relazione ai valori di surrogazione, trasformazione e complementarietà In assenza di prezzi di mercato il perito opera per SURROGAZIONE Quando per valutare il bene si prende a riferimento un altro bene a lui analogo in relazione all utilità prodotta ppv DI TRASFORMAZIONE ppv COMPLEMENTARE il valore monetario del bene in vista della sua trasformazione utilizzato per la valutazione di una porzione dell intero bene GLOSSARY Surrogazione Subrogation Figura 3 Dopo un incendio (a) la zona è stata recuperata e pur non essendo tornata alla sua originaria situazione naturale, è stato possibile ricostruire per surrogazione una zona ricreativa con funzioni simili (b). 11_P02_C01.indd 124 Il ppv di surrogazione o valutazione a costo di surrogazione Quando, nell eseguire la valutazione di un bene, esiste la dif coltà a reperire i suoi dati storici (prezzi di mercato), si può operare per surrogazione, sostituendo cioè il bene oggetto di stima con un bene che sia in grado di fornire (surrogare) la stessa utilità. Il probabile valore di surrogazione si basa quindi sulla determinazione della somma delle spese necessarie per sostituire il bene oggetto di valutazione con uno o più altri beni atti a svolgere la medesima utilità e, dunque, a fornire lo stesso vantaggio. Si utilizza questo aspetto economico quando non esiste un a mercato del bene oggetto di valutazione e c è la possibilità di sostituirlo con un altro avente la stessa utilità. Il procedimento di lavoro consiste nell individuazione del bene o dei beni in grado di surrogare l oggetto della stima e nella determinazione delle relative quantità e valori. Un ambito di applicazione potrebbe essere quello della stima di immobili rari oppure per edifici residenziali di antica costruzione, per la cui tipologia non è del tutto possibile ricercare sul mercato, prezzi di compravendita. In ambito agrario, questa metodologia può essere utilizzata, b ad esempio, nel caso di un locatario di un fondo rustico, che non riconsegni la quantità di letame pattuita, sostituendola invece con concimi chimici aventi la stessa quantità di unità fertilizzanti (equivalenza tecnica). L equivalenza tecnica non potrà mai essere completa, infatti, fra concimi chimici e letame non è sufficiente l equiparazione degli elementi fertilizzanti in quanto il concime organico presenta altri aspetti fisici e microbiologici di notevole importanza. 3/27/18 2:48 PM

ECONOMIA E AGROSISTEMI
ECONOMIA E AGROSISTEMI
VOLUME 2