Difesa delle colture

X Guida alla lettura e simbologia utilizzata L allestimento di un Opera dai contenuti fortemente scientifici, specie se progettata e concepita con finalità formative e per un uso anche didattico, presenta sempre agli Autori e all Editore innumerevoli problematiche, ad esempio le scelte relative al lessico di base e alla nomenclatura tecnico-scientifica da utilizzare. Lo sforzo sostenuto è stato quello di sviluppare la trattazione impiegando un linguaggio lineare e definito, diretto e graficamente mappato all uso, sfruttando tutte le possibili tecniche a disposizione: facilitare la lettura e la comprensione, grazie anche ai rimandi trasversali al testo; apertura e chiusura attiva degli argomenti (Capitoli); semplificazione strutturale (testo base o approfondimento o sintesi); quadro-indice di riepilogo degli argomenti che permette di collegare tra loro (come un segnalibro) soggetti trattati o citati anche a notevole distanza di pagine; utilizzo di un contesto iconografico efficace, esauriente e sostanzialmente didascalizzato; disponibilità di un ricco indice analitico; facilità di accesso ai materiali ipertestuali, glossari, riepiloghi e ulteriori prove di verifica interattive (sul Libro digitale), che ampliano, approfondiscono e aiutano l autovalutazione alla comprensione degli argomenti. Quanto sopra senza tuttavia rinunciare alla correttezza linguistico-scientifica per non rischiare di cadere, eccedendo con lo stile divulgativo, nella banalizzazione o nella imprecisione. Per gli aspetti tassonomici si è fatto riferimento essenzialmente alle fonti specializzate (ad esempio, per i funghi, all Index Fungorum del CBS e del CABI Bioscience; al database Anamorfo-Teleomorfo dell Università di Alberta; alla EPPO dove sono segnalati in generale molti degli organismi dannosi alle piante), oltre che alla manualistica più aggiornata in lingua italiana e perciò reperibile con maggiore facilità nelle biblioteche e nelle sitoteche di settore. I riferimenti all Incertae sedis sono utilizzati qualora vi sia una non ben definita assegnazione tassonometrica all aspetto considerato. Per altre questioni di nomenclatura scientifica comune abbiamo talvolta motivato la scelta all interno del testo stesso: ad esempio, il termine propagulo è utilizzato per indicare genericamente gli elementi di riproduzione/diffusione dei funghi, in accordo con suggestioni in tal senso presenti in testi di carattere universitario. Tendenzialmente abbiamo optato per le scelte lessicali oggi più ricorrenti o consolidate nella letteratura scientifica: ad esempio, si usano sempre meno le espressioni forma conidica o forma imperfetta e forma sessuata o forma perfetta , per i funghi, sostituite dalle dizioni anamorfo e teleomorfo ; analogamente, sempre per i funghi, sta scomparendo l uso della doppia denominazione perfetta e imperfetta , in quanto il vecchio gruppo dei Funghi imperfetti non ha più un riscontro tassonomico; viceversa, qualche volta abbiamo impiegato, perché ancora in uso in ambito discorsivo, termini come ascomiceti , che corrisponde all italianizzazione del nome sistematico Ascomycetes, quando invece l attuale classificazione utilizza il termine Ascomycota. Spesso abbiamo segnalato le espressioni e la terminologia in lingua inglese, che sono ormai un dato di fatto e peraltro non hanno sempre un corrispondente termine italiano (ad esempio detection, avoidance) e comunque, per la quasi totalità delle avversità trattate e quando ben identificato, è stato introdotto il relativo termine in lingua inglese. Per quanto riguarda la simbologia grafica e iconografica utilizzata, segnaliamo particolare attenzione su quanto di seguito riepilogato: (*) simbolo asterisco azzurro collocato sui termini degli agrofarmaci utilizzati nella lotta antiparassitaria, può segnalare che al momento della stampa di quest Opera l agrofarmaco in oggetto era sottoposto a riesame da parte dell apposita Commissione, Europea o Nazionale, per la riconferma dei suoi utilizzi registrati o la loro revoca, parziale o totale. Vedi { FOOD SAFETY: From the Farm to the Fork ({ efsa); i termini in grassetto sostengono la mappatura del testo, che in molti casi coincide con le voci di rimando dell indice analitico (es. Accestimento pag. 18, Aceria tosichella pag. 20); i termini in corsivo segnalano normalmente (al di là di citazioni e usi particolari del testo) la presenza della terminologia scientifica di nomenclatura e identificazione tassonomica (es. Mycosphaerella macrospora) oppure la presenza di terminologia in lingua inglese (es. Yellow rust = Ruggine gialla);

Difesa delle colture
Difesa delle colture
PARTE APPLICATIVA