Difesa delle colture

Tabacco Difesa: colture agroindustriali, foraggere e officinali distanza percorsa altezza raggiunta nell'atmosfera sorgente dell'infezione ASCENSIONE ricaduta e sedimentazione piogge e temporali TRASPORTO 15 I propaguli di P. tabacina possono essere trasportati a lunga distanza attraverso l atmosfera. Il fenomeno è deve essere effettuata a titolo preventivo impiegando fungicidi antiperonosporici (es. metalaxil-M, cymoxanil) ed eseguendo 2 o 3 trattamenti (l ultimo a 2-3 giorni dal trapianto). I trattamenti in pieno campo vanno programmati in funzione del ricaduta attiva sull'obiettivo RICADUTA stato particolarmente studiato negli USA, dove sono stati messi a punto sistemi previsionali. rischio: nelle zone a maggior rischio di infezione si possono effettuare 3 o 4 interventi impiegando gli antiperonosporici in miscela con fungicidi multisito (sono suggeriti mancozeb, cimoxanil) e fosetil-Al, acibenzolar, metalaxil-M. TABACCO ALTRE AVVERSIT Macchie fogliari puntiformi di Pseudomonas tabaci. Feltro miceliare di oidio su foglia di tabacco (a destra) a confronto con foglia sana (a sinistra). IDENTIFICAZIONE Oidio IDENTIFICAZIONE Fuoco selvaggio (Wild fire) Pseu- domonas tabaci div. Proteobacteria fam. Pseudomonadaceae Note In semenzaio e in campo la malattia si manifesta con macchie fogliari verde-giallastre che diventano poi necrotiche con alone giallo. La pioggia favorisce e diffonde il batterio, la grandine crea soluzioni di continuità che consentono l ingresso del patogeno. Danni Ingiallimenti a macchia fogliare e necrosi fogliare con diminuzione quanti- e qualitativa della produzione. Difesa Si attua con la disinfezione dei semi e con trattamenti dei semenzai con prodotti rameici. (Powdery mildew) Erysiphe cichoracearum, Oidium tabaci div. Ascomycota fam. Erysiphaceae Note E. cichoracearum è responsabile del mal bianco del tabacco, della lattuga e di molte Composite. Nel tabacco l infezione inizia sulle pagine inferiori e successivamente passa su quelle superiori. Danni La malattia si sviluppa con frequenza in semenzaio. Sulle foglie compare un feltro di micelio di colore bianco. Difesa Le misure agronomiche di difesa consistono nell evitare l eccessiva fittezza d impianto, nel ridurre l umidità e nel distruggere le infestanti e i residui colturali. In lotta chimica si impiegano anti-oidici (es. zolfo, penconazolo). IDENTIFICAZIONE Pulce o altica del tabacco (Tobacco flea beetle) Epithrix hirtipen- Adulto di E. hirtipennis. 2 DIFFUSIONE DELLE SPORE NELL'ATMOSFERA COL VENTO altezza 1-3000 m non colpisce mai la corteccia. Gli esiti possono consistere in grave nanismo e accecamento della gemma apicale. Danni I patogeni possono provocare la morte dell intera pianta o comunque arrecare danni sensibili alla produzione. Gli esiti più gravi si hanno quando l infezione inizia e rimane latente in semenzaio ed esplode poi in pieno campo. Difesa La lotta alla peronospora del tabacco unisce provvedimenti di tipo agronomico e impiego di fungicidi. Valgono, come raccomandazioni generali, le seguenti misure: allestire i semenzai in terreni sani o disinfettati; eliminare i residui colturali; ispezionare le piantine prima del trapianto; distruggere le piantine rimaste in semenzaio in quanto potrebbero costituire una sorgente di inoculo; arieggiare le piantine; impiegare cultivar resistenti. La lotta chimica in semenzaio 71 nis ord. Coleoptera fam. Chrysomelidae Note La pulce del tabacco sverna riparata nel terreno o tra i detriti vegetali, nelle vicinanze dei semenzai o di campi in precedenza coltivati a tabacco. attiva da aprile e può esercitare attività trofica anche su altre piante ospiti (peperone, pomodoro, melanzana). Le femmine depongono le uova alla base delle piante, in quanto le larve neonate conducono vita ipogea compiendo erosioni o scavando gallerie nell apparato radicale. E. hirtipennis svolge nel nostro ambiente tre generazioni all anno. Danni Gli adulti crivellano le foglie fino a devastarle. Sono esposte sia le piante in campo sia quelle nei semenzai. Risultano più suscettibili agli attacchi di questa altica i tabacchi scuri. Le larve attaccano le giovani radici, senza tuttavia arrecare danni rilevanti. Difesa La lotta contro questo parassita è di tipo chimico intervenendo con piretroidi (es. cipermetrina) o neo-nicotinoidi (imidacloprid, thiamethoxam) ai primi danni o al superamento della soglia economica di danno (4 adulti/pianta, limite abbassato a 0,5-1 su tabacco scuro, con campionamento di almeno 100 piante).

Difesa delle colture
Difesa delle colture
PARTE APPLICATIVA