BIOLOGIA APPLICATA E BIOTECNOLOGIE AGRARIE


7 Uccelli e Mammiferi

Uccelli

In questa classe di vertebrati le specie più spesso dannose all’agricoltura sono le seguenti.
-  Passero (Passer italiae): specie stanziale molto prolifica che vive nelle vicinanze degli abitati, danneggia sovente il frumento non aristato e i sorghi non BR (birciresistent) con rachide flessibili.
-  Storno (Sturnus vulgaiis): dannoso durante le gregarie migrazioni autunnali sull’uva e altri frutti, terribile sulle ciliegie in primavera.
-  Tordi (Tuidus spp.): dannosi su frutti e, in particolare, negli oliveti del Sud Italia.
-  Corvi, Cornacchie, Gazza: dannosi sui seminativi di mais dove estirpano le piantine.
-  Colombi: molto dannosi sulle semine di frumento, soia, girasole per l’asportazione dei semi di cui si nutrono.
Non volendo ricorrere allo sterminio di queste specie, si ovvia con repellenti da miscelare con i semi prima della semina e con l’impiego di detonatori a gas, di reti di copertura e dei classici spaventapasseri.




Specie di uccelli dannosi alle coltivazioni agricole: (a) storno (Sturnus vulgaris); (b) passero (Passer italiae); (c) colombaccio (Columba palumbus); (d) tortora (Streptopelia turtur); (e) gazza (Pica pica); (f) cornacchia grigia (Columba livia).

Mammiferi

In questa classe di vertebrati le specie più spesso dannose all’agricoltura sono le seguenti:
-  Lepre, Minilepre e Coniglio selvatico:
rosicchiano sporadicamente, durante l’inverno, la corteccia delle giovani piante da frutto con danni localmente molto gravi. Si interviene in autunno con vernici repellenti da distribuire sulla parte basale dei giovani tronchi.
-  Scoiattolo e Ghiro: danneggiano raccogliendo nocciole (in particolare il Ghiro rosicchiando frutti come mele, pere, pesche).
-  Ratti (Muridi): possono essere molto dannosi su derrate immagazzinate che contaminano con i loro escrementi e con burina; alcune specie attaccano anche i piccoli mammiferi e sono pericolosi vettori di malattie (leptospirosi, virus e batteri).
-  Topi (Microtidi): sono vegetariani e causano danni in campo erodendo bulbi e mangiando semi; nei magazzini possono compiere qualche limitato danno.
-  Cinghiali: in alcune regioni italiane sono causa di ingenti danni alle coltivazioni di mais, che viene utilizzato come alimento già durante la semina; alcuni danni sono segnalati anche nei noccioleti dove le famiglie di cinghiali si alimentano con gusto. Nelle zone montane del Piemonte è impossibile coltivare patate senza un’opportuna recinzione anticinghiali.
-  Caprioli, Daini e Cervi: se troppo abbondanti, causano danni ingenti alle giovani piante dei boschi (novellarne) e saltuariamente danneggiano colture agricole, come lamponi, mirtilli, fruttiferi e vite.




Specie di mammiferi a vario titolo dannosi alle coltivazioni agricole: (a) lepre comune (Lepus europaeus); (b) cinghiale (Sus scrofa); (c) cervo (Cervus elaphus); (d) capriolo (Capreolus capreolus); (e) daino (Dama dama).

Verifiche

Domande a risposta aperta
Rispondi in tre righe alle seguenti domande.
1.    Quali sono le caratteristiche dei Nematodi? Come è fatto il loro corpo e come si riproducono?
2.    Quale è la differenza fra Nematodi fitoparassiti ed entomoparassiti?
3.    Quali sono le caratteristiche dei Molluschi e come si attua la difesa contro di essi?
4.    Quali sono le caratteristiche degli Artropodi?
5.    Quali sono le caratteristiche dei Crostacei?
6.    Quali sono le specie di uccelli e mammiferi dannose all’agricoltura?
7.    Chi sono gli insetti e qual è la loro morfologia esterna?
8.    Come si distinguono gli insetti in base al regime alimentare e come si sono evoluti gli apparati boccali in funzione di questo?
9.    Negli insetti, come sono i sistemi nervoso, muscolare tegumentario, respiratorio, digerente escretore, secretore?
10.   Com’è il sistema riproduttore degli insetti e quali sono le tipologie riproduttive?
11.   Come avvengono lo sviluppo embrionale e lo sviluppo postembrionale negli insetti?
12.   Come è impostata la sistematica degli insetti e quali sono gli ordini che interessano l’agricoltura?

Scegli la risposta esatta
1.    Le ninfe sono
- uno stadio degli insetti olometaboli
- uno stadio degli insetti eterometaboli 
- un'età degli insetti eterometaboli
2.    Gli organi della respirazione negli insetti sono
- polmoni
- trachee
- emolinfa
3.    Le ghiandole che producono feromoni sono 
- corpi aliati
- esocrine
- endocrine
4.    Le sostanze chimiche vengono percepite dagli insetti attraverso
- igrorecettori
- termorecettori 
- chemiorecettori
5.    Quale delle seguenti sequenze è tipica di insetti olometaboli
- uovoneanideninfaadulto
- uovolarvapupaadulto 
- uovolarvaninfaadulto
6.    Negli insetti le cellule uriche
- immagazzinano le scorie e non le eliminano
- eliminano le scorie attraverso il proctodeo 
- digeriscono le scorie
7.    L’ecdisone
- è l'ormone della muta
- è l'ormone giovanile 
- viene prodotto dai corpi aliati
8.    L’eterometabolia è 
- una muta
- una metamorfosi completa
- una metamorfosi incompleta
9.    Lo stadio è il tempo che intercorre
- fra una muta e una metamorfosi
- fra una metamorfosi e l'altra 
- fra una muta e l'altra
10.    La partenogenesi è un mezzo di riproduzione
- agamica
- gamica 
- ermafrodita
11.    Quello che viene eliminato dopo la muta è
- ala
- crisalide
- esuvia
12.    Negli insetti l’apparato boccale è innervato da
- catena ganglionare ventrale
- tritocerebro 
- gnatocerebro
13.    L’olometabolia è 
- una muta
- una metamorfosi diretta
- una metamorfosi indiretta
14.    Le cisti larvali sono
- formazioni dei molluschi dopo la pioggia
- formazioni di riproduzione dei nematodi 
- formazioni che consentono ai nematodi di sopravvivere in condizioni sfavorevoli
15.    I molluschi fitofagi sono attivi
in ambienti secchi
dopo una pioggia 
nelle ore più calde
16.    Gli artropodi possiedono un esoscheletro di
- cutina
- cellulosa 
- chitina
17.   Il numero tipico di zampe degli acari è 
- sei paia
- quattro paia
- tre paia
18.    Il corpo degli artropodi è a simmetria
radiale
bilaterale 
sia l'una che l'altra
19.   I nematodi che svolgono un’azione limitante nei confronti degli insetti sono
- entomoparassiti
- ectoparassiti 
- semiendoparassiti
20. La difesa contro uccelli dannosi all’agricoltura si attua con
- fucili a ripetizione
- veleni 
- repellenti

Rispondi con Vero/Falso
1. I nematodi sono vermi cilindrici...................................V F
2. Non esiste una difesa specifi ca contro i nematodi.................V F
3. I ragni sono dannosi all’agricoltura...............................V F
4. I chilopodi sono predatori.........................................V F
5. I pedipalpi sono appendici boccali degli acari.....................V F
6. I molluschi fitofagi sono attivi nelle ore calde del giorno........V F
7. I fitoparassiti sono acari.........................................V F
8. I passeri sono dannosi all’agricoltura.............................V F
9. I ratti possono essere vettori di pericolose malattie umane........V F
10. I caprioli danneggiano le semine..................................V F
11. Il corpo degli insetti è formato da metameri......................V F
12. Gli occhi composti degli insetti sono detti ocelli................V F
13. Gli gnatiti sono i pezzi dell’apparato boccale degli insetti......V F
14. Negli insetti le zampe sono sei...................................V F
15. Esistono insetti che non hanno mai avuto le ali...................V F
16. In alcuni ordini di insetti vi sono quattro paia di ali...........V F
17. Le ali sono presenti solo negli insetti adulti....................V F
18. In tutte le specie di insetti è presente nelle ali
un reticolo di nervature..............................................V F
19. L'ovodepositore è un'appendice dell'addome........................V F
20. Nell'apparato boccale masticatore degli insetti il
labbro superiore ha funzione masticatoria.............................V F
21. Nei rincoti il labbro superiore è trasformato in uno
stiletto allungato....................................................V F
22. Le zanzare, sia femmine che maschi,
pungono e succhiano...................................................V F
23. Le api possiedono la ligula.......................................V F
24. Gli ocelli costituiscono gli occhi a mosaico......................V F
25. La circolazione è doppia e completa...............................V F

BIOLOGIA APPLICATA E BIOTECNOLOGIE AGRARIE
BIOLOGIA APPLICATA E BIOTECNOLOGIE AGRARIE
GENETICA, TRASFORMAZIONI, AGROAMBIENTE