ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE

40 Parte A Economia generale e politica Analizzando la tabella dei costi di Figura 4.1, possiamo notare che: 1) i costi ssi non variano al variare delle unità prodotte; 2) il costo variabile è sempre crescente al crescere della produzione ma, mentre per le prime 3 unità cresce in modo meno che proporzionale, per le successive cresce in misura più che proporzionale e ciò perché la produttività dei fattori della produzione è decrescente (Parte A, 2.3); 3) il costo totale varia con le stesse modalità del costo variabile, essendo il costo sso sempre uguale; 4) il costo marginale è decrescente nella prima fase di produzione e crescente nella seconda, inoltre è indifferente calcolarlo sulla base degli incrementi del costo totale o sulla base degli incrementi del costo variabile (Fig. 4.3). Y Spesa Costi totali (Ct = Cf + Cv) Costi variabili (Cv) B A 1000 Costi fissi (Cf) 0 1 2 3 4 5 6 Quantità prodotta X Figura 4.2 Gra co dei costi. Per ottenere il massimo pro tto, conviene espandere la produzione con l impiego di più fattori variabili, no a quando il Cma = P (prezzo di vendita) C in Fig. 4.3. Y Spesa i costi fissi rimangono costanti, pur aumentando la quantità prodotta; se però ipotizzassimo una produzione maggiore, vedremmo aumentare i costi fissi a scatti, cioè la semiretta partirebbe da B, ma resterebbe sempre parallela all asse delle X; la curva dei costi totali segue l andamento della curva dei costi variabili, partendo però da 1.000, che è il valore dei costi ssi. Cma C P Cmt 1 Dal gra co si può notare che: la curva dei costi variabili è sempre crescente ma, per le prime tre unità, cresce in modo meno che proporzionale e per le successive cresce in misura più che proporzionale rispetto agli incrementi produttivi. RICORDA 0 Proviamo a costruire un gra co che metta in evidenza l andamento dei costi: sull asse delle X poniamo la quantità prodotta e sull asse delle Y gli importi di spesa: 2 3 4 5 6 7 8 X Quantità prodotta Figura 4.3 Gra co del costo marginale e del costo totale medio. Riportiamo sul gra co di Fig. 4.3 la curva del costo marginale (Cma) e la curva del costo totale medio (Cmt). Si può notare come la curva del costo marginale è decrescente nella prima fase di produzione e crescente nella seconda; come il costo medio totale decresca (ciò è dovuto ai costi ssi che rimangono costanti, pur aumentando la produzione). Il punto C, incontro fra Cma e P (prezzo di vendita), rappresenta la quantità di produzione ottimale per ottenere il massimo pro tto.

ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
con elementi di politica, contabilità e matematica finanziaria