3.5 Rendita, rendita di posizione, quasi rendita

Produzione dei beni e scelte dell imprenditore Capitolo 3 A 3.5 Rendita, rendita di posizione, quasi rendita RENDITA FONDIARIA La rendita è percepita dai proprietari di risorse limitate in natura come la terra. Quando in un sistema economico cresce la domanda di un fattore produttivo che non può aumentare di quantità, il prezzo di vendita di quel fattore supera il suo costo di produzione. Ne è un esempio la nuda terra, la cui offerta è rigida, essendo un bene limiRICORDA tato ed irriproducibile. La sua domanda dipende e varia in funzione della domanda di prodotti agricoli. Dunque Secondo la teoria dei classici, l unica forma di renla rendita, nel caso particolare la rendita fondiaria, è la dita è la rendita fondiaria che viene percepita dal remunerazione che ricavano i proprietari di un fattore proprietario del fondo. irriproducibile o ad offerta limitata. Lo stesso concetto vale per il terreno edi cabile, la cui domanda è derivata dalla domanda di case ed edi ci e la cui offerta è limitata dal fatto che non tutti i terreni sono edi cabili; in questo caso RENDITA EDILIZIA speci co si parla di rendita edilizia. La rendita edilizia è percepita dai proprietari dei terreni che sono diversi tra loro non per caratteristiche agronomiche, ma solo per la capacità edi catoria. Inoltre il processo di urbanizzazione ha provocato un aumento di rendita edilizia: ciò accade perché la domanda del terreno edi cabile è in continuo aumento, mentre l offerta è ssa, o quantomeno non riesce a compensare la richiesta, con conseguente aumento dei prezzi dei terreni agricoli adiacenti alle zone urbanizzate. I terreni che, pur avendo le stesse caratteristche agronomiche o edi catorie, hanno un differente valore economico a causa della loro diversa ubicazione, fanno percepire al proprietario una rendita di posizione. RENDITA DI POSIZIONE La rendita fu studiata già all inizio del XIX secolo da Ricardo. Egli osserva che le terre hanno differente fertilità: gli agricoltori iniziano a coltivare i terreni più fertili per poi MEMO spostarsi su quelli meno fertili e, all aumentare delle produzioni, diminuisce la fertilità Secondo Ricardo i naturale della terra coltivata. Da queste osservazioni ipotizza la legge dei rendimenti proprietari terrieri readecrescenti: l applicazione di dosi successive di capitale e di lavoro, fa decrescere la lizzano delle rendite produttività. differenziali sulle terre Quando il grano viene coltivato su terreni più fertili necessita di minori lavorazioni più fertili. e concimazioni e spunta sul mercato lo stesso prezzo di altri grani prodotti a prezzo superiore. Signi ca che il proprietario del terreno fertile realizza una rendita differente rispetto RENDITA DIFFERENZIALE al proprietario del terreno meno fertile (rendita differenziale). Possiamo schematizzare il concetto con il gra co (Fig. 3.5) che mette in evidenza come il prezzo di mercato del prodotto sia indifferente al costo di produzione; pertanto sarà maggiore la rendita per quei terreni più fertili che producono a costi più bassi. Prezzo e costo Prezzo del prodotto (P) 75 Rendita 50 Rendita costo di prod. costo di prod. 25 costo A B C Terra coltivata Figura 3.5 Rendita differenziale: il proprietario A vende ad 75 il bene prodotto a costo 25, pertanto avrà una rendita di 75 25 = 50; B vende a 75 il bene prodotto a costo 50, pertanto avrà una rendita di 25; C vende a 75 il bene prodotto a costo 75, pertanto non avrà rendita. 33

ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
con elementi di politica, contabilità e matematica finanziaria