ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE

24 Parte A BENI CON PREZZI DIVERSI UTILIT MARGINALE PONDERATA Economia generale e politica Poiché il consumatore dovrà pagare un prezzo diverso per soddisfare i propri bisogni, farà in modo che l utilità marginale dell ultima dose di denaro speso per acquistare un bene, sia uguale a quella dell ultima dose di denaro speso per acquistare qualsiasi altro bene. Cioè, il consumatore tenderà ad uguagliare le utilità marginali ponderate dei diversi beni. Si de nisce utilità marginale ponderata il rapporto tra l utilità marginale ed il rispettivo prezzo di ogni bene; essa rappresenta l utilità ottenuta dall ultima parte di un bene che può essere acquistato con l unità di moneta in base alla quale è espresso il prezzo. Um2 Um1 _______ , _______ , P1 P2 EQUILIBRIO DEL CONSUMATORE Soltanto così il consumatore raggiungerà il suo equilibrio. Umn _______ Pn Pertanto, se lo scopo del consumatore è quello di rendere massima la sua soddisfazione, dovrà distribuire il suo reddito, che è pur sempre limitato, nell acquisto dei vari beni in quantità tali che le utilità marginali ponderate dei diversi beni acquistati siano uguali. Um2 Um1 _______ , _______ , P1 P2 MEMO ... .......... . ... .......... . Umn _______ Pn La differenza tra il primo caso ed il secondo sta nel fatto che, quando i beni hanno lo stesso prezzo, è come se non lo avessero: o un bene o un altro fa lo stesso! Quando invece i beni hanno prezzi diversi il consumatore, per essere soddisfatto, deve scegliere facendo i conti con il proprio reddito! Tenendo conto della quantità di moneta o del reddito che il consumatore ha a disposizione per acquistare beni e servizi, l insieme dei beni entro il quale egli può scegliere i suoi acquisti prende il nome di vincolo di bilancio. Il consumatore potrà scegliere diverse combinazioni di beni purché la spesa complessiva non superi il reddito (R) a sua disposizione. Il vincolo di bilancio è espresso in termini matematici tramite la seguente disequazione: VI p1q1 + p2q2 + ... + pnqn R DALLA CURVA DI INDIFFERENZA ALL EQUILIBRIO DEL CONSUMATORE dove: q è la quantità di beni o servizi acquistata; p è il prezzo unitario; R è il reddito.

ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
con elementi di politica, contabilità e matematica finanziaria