2.4 Consumo ed equilibrio del consumatore

Bisogni, beni, utilità e consumo Nella Figura 2.2 poniamo sull asse delle ascisse X le dosi del bene e sull asse delle ordinate Y misuriamo gli incrementi di utilità. Come risulta dal gra co, la quantità 0A rappresenta la dose minima che permette di trarre godimento dal bene (utilità iniziale) e da questo momento in poi la curva inizia a decrescere (curva dell utilità decrescente ovvero utilità marginale). Possiamo fare un esempio chiari catore. Andando alla festa di compleanno di un amico ti viene offerta la torta: la prima fetta ti sembra molto buona e ti soddisfa, accetti la seconda e già non ti va più; alla terza fetta, non accetti. L utilità marginale è dunque l utilità dell ultima dose consumata di un dato bene. opportuno, a questo punto, distinguere la soddisfazione ottenuta dall ultima unità di bene consumato dall utilità totale ottenuta attraverso il consumo. L utilità totale è la somma delle utilità di ciascuna dose del bene esaminato; pertanto il suo andamento sarà sempre crescente no ad un punto che corrisponde alla saturazione. Nel gra co di Figura 2.2, possiamo notare che l area compresa tra l inizio della prima linea (A0) e l ultima dose, darà l utilità totale. L utilità soggettiva o valore soggettivo che il consumatore attribuisce ad un bene, corrisponde al valore dell utilità marginale che il bene fornisce e, considerando che il consumatore deve privarsi di parte del suo reddito per l acquisto di quella dose di bene, si fermerà nel momento in cui l utilità marginale è pari a quella del reddito espresso in moneta. Nella moderna economia l utilità di un bene, cioè la sua capacità di soddisfare un bisogno, non è più un concetto così chiaro e rigido di razionalità di consumo (ad esempio, costosi hi o antenne paraboliche in abitazioni modeste). Questo comportamento che, secondo le teorie di una economia classica, risulta irrazionale, è dovuto al fatto che il moderno consumatore è più informato e tende a personalizzare le sue scelte, spesso antieconomiche, in uenzate da elementi di carattere sociale e psicologico. Capitolo 2 MEMO L utilità marginale può essere de nita come l incremento di soddisfazione totale che il consumatore trae da un piccolissimo incremento nella quantità disponibile di un singolo bene, ferme restando le quantità disponibili degli altri beni. MEMO L utilità totale è la somma delle utilità marginali di tutte le dosi di bene consumate. UTILIT TOTALE UTILIT SOGGETTIVA UTILIT MARGINALE A 2.4 Consumo ed equilibrio del consumatore L uomo può utilizzare un bene sia per produrre altri beni sia per soddisfare i propri bisogni. Nel primo caso si parla di produzione, in quanto l uomo, esplicando un attività economica di produzione, fa sì che i beni aumentino la loro utilità; nel secondo caso si parla di consumo, in quanto l uomo impiega l utilità dei beni per soddisfare i propri bisogni. Quando un bene non è economico, cioè si trova in natura in quantità illimitata, viene consumato dal consumatore nché non è completamente soddisfatto; quando invece il bene è economico, cioè per essere consumato richiede un sacri cio da parte del consumatore, viene consumato nché l utilità marginale di quella dose di bene uguaglia il costo marginale. Per costo marginale possiamo intendere il sacri cio sostenuto dal consumatore per procurarsi quella dose di bene. Possiamo anche trovarci di fronte ad un consumatore che ha bisogno contemporaneamente di più beni per essere soddisfatto; egli si comporterà diversamente, a seconda che i beni abbiano lo stesso prezzo o prezzi diversi. Quando i beni hanno tutti lo stesso prezzo, il consumatore inizierà ad usare prima i beni che soddisfano il bisogno più impellente, successivamente gli altri; cioè tenderà ad acquistare i singoli beni in quantità tale che l utilità marginale dei beni sia la stessa (praticamente farà in modo che l incremento di soddisfazione totale che trae da un piccolissimo incremento di quantità di un singolo bene, sia lo stesso per tutti i beni di cui ha bisogno). CONCETTO DI CONSUMO MEMO Il consumo consiste nella distruzione dell utilità di un bene per soddisfare i bisogni. BENI CON LO STESSO PREZZO 23

ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
con elementi di politica, contabilità e matematica finanziaria