1.8 Ciclo economico

12 Parte A FLUSSO REALE E MONETARIO RISPARMIO MEMO Il circuito economico subisce continui adattamenti. IL PERFETTO EQUILIBRIO? Economia generale e politica Si può notare che si è formato un circuito caratterizzato da due ussi, uno reale, costituito dalle prestazioni lavorative, e uno monetario, costituito dalle retribuzioni. Ma si è creato anche un usso reale di beni e di servizi offerto dalle imprese alle famiglie, che ha come corrispettivo un usso monetario costituito dai prezzi pagati dalle famiglie per l acquisto dei beni. Poiché le famiglie non spenderanno tutto il loro reddito, una parte non ritorna alle imprese ma con uisce nel risparmio. Ma anche le imprese possono risparmiare, non distribuendo tutti i loro pro tti e il risparmio così ottenuto non af uirà alle famiglie. In realtà, il risparmio serve alle imprese per essere investito nei capitali, come i nuovi impianti, che dovranno potenziare la produzione. Anche la Pubblica Amministrazione in uisce sul circuito perché, per fornire beni e servizi, preleva i tributi dalle famiglie e dalle imprese che si vedranno ridotti i rispettivi redditi e di conseguenza le famiglie consumeranno meno e le imprese investiranno meno. Dobbiamo precisare che la spesa pubblica crea reddito sia alle imprese, quando acquista da queste dei beni (computer per uf ci pubblici, macchine per ospedali, ecc.), sia alle famiglie sotto forma di stipendi per gli statali, pensioni e sussidi. Se i ussi reali e monetari fossero sempre equivalenti, cioè se tutto il reddito fosse consumato, se il risparmio fosse uguale agli investimenti, le spese pubbliche ai prelievi tributari, il sistema si troverebbe in perfetto equilibrio. Tuttavia, ciò non è possibile: quando la spesa pubblica eccede le entrate, sono sempre necessari degli aggiustamenti come l aumento della tassazione o la sottoscrizione da parte dei risparmiatori di prestiti pubblici. A 1.8 Ciclo economico Se il circuito economico subisce continui adattamenti, perché i ussi monetari non coincidono con i ussi reali, dobbiamo prendere atto che il livello dell attività economica è soggetto a uttuazioni nel tempo, e l obiettivo principale della politica economica è quello di rendere l economia più stabile e orientata verso un maggiore sviluppo. L attività economica, e quindi il reddito, la produzione, gli investimenti, il tenore di vita, procedono lungo una retta crescente, ma alternando periodi di forte crescita (espansione) a periodi ci crisi (depressione). Questo percorso uttuante dell economia prende il nome di ciclo economico ed è caratterizzato da 4 fasi (Fig. 1.1): 1. espansione Figura 1.1 Il gra co mette in evidenza le fasi del ciclo economico; i punti pss e psi indicano rispettivamente il punto di crisi, ovvero il punto di svolta superiore e il punto di ripresa economica, ovvero il punto di svolta inferiore. 2. crisi 3. recessione 4. ripresa trend espansione Livello di attività economica pss espansione depressione psi tempo

ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
ECONOMIA E GESTIONE AGROTERRITORIALE
con elementi di politica, contabilità e matematica finanziaria