1 Tecnologie innovative e sostenibilità

ali urre nti o, anti Agricoltura, innovazioni e ambiente 99 Capitolo 4 Tecnologie innovative e sostenibilità 1 Il buon esito dell attività agricola è da sempre, ma soprattutto oggi, legato alla capacità di produrre alimenti sani e genuini e, nel contempo, alla protezione delle risorse naturali e allo sviluppo equilibrato del territorio agrorurale. Questo risultato può essere ottenuto adottando tutte quelle buone pratiche agricole, e relativi processi colturali, in grado di modificare ed evolvere nel contempo il modo di fare agricoltura , nel rispetto dei sistemi e dei cicli naturali, della salvaguardia e del miglioramento dello stato di salute dei suoli e delle acque, del rispetto del grado di biodiversità ambientale, di piante e animali e del relativo equilibrio, e assicurando inoltre un giusto e responsabile impiego dell energia e delle risorse naturali immesse nei cicli produttivi. Attuare una agricoltura sostenibile significa quindi applicare tecniche colturali sostenibili che, anche se basate su conoscenze acquisite, sono in continuo rinnovamento poiché trattiamo di soluzioni a problemi complessi (fare agricoltura) che spesso appaiono chiare solo nel lungo periodo e che sono frutto non solo di conoscenze tradizionali innate ed esperienza pratica, ma anche di ricerca scientifica e innovazione tecnologica nei diversi ambiti. E proprio l innovazione è diventata negli ultimi decenni sempre più centrale in agricoltura, per prevenire sprechi e rendere più efficienti le tante attività di campagna. I notevoli progressi nell abilità di produrre in maniera più sostenibile ottenendo maggiori profitti con minori costi, sono da attribuire alle scienze tecniche con- venzionali di base, quali l agronomia, la chimica, la meccanica (oggi meccatronica), la genetica mendeliana (oggi ingegneria genetica), che si stanno evolvendo verso tecnologie applicate sempre più avanzate (come il progressivo ricorso alla meccanizzazione) e che si integrano sempre più con le biotecnologie e l agricoltura di precisione. L agricoltura di precisione detta anche agricoltura smart o agricoltura 4.0 è una modalità di gestione agraria che comporta l applicazione e l uso di vari strumenti di gestione delle operatività aziendali, ad esempio il telerilevamento satellitare, o l uso di droni e di software per nuove applicazioni di automazione, o l elaborazione complessa di dati aziendali oltre la sola contabilità, o la digitalizzazione e la mappatura di terreni e colture tramite l uso di sensori e sistemi che permettono, agendo in maniera mirata, di ottenere diagnosi migliori e più accurate delle situazioni in essere; il tutto riducendo i tempi, i costi e, soprattutto, il margine di errore possibile [ 1 ]. L obiettivo è quello di gestire le colture in modo efficiente, di ottimizzare la produzione minimizzando gli sprechi di energia, acqua, prodotti chimici, e quindi limitare gli impatti ambientali rispondendo all esigenza di sostenibilità totale dei cicli produttivi. In termini concreti oggi è possibile monitorare in tempo reale le condizioni meteorologiche, calibrare in modo specifico sia le tecniche colturali da adottare sia, di conseguenza, la quantità di materie prime da utilizzare. bili bile, a b o oni c 1 (a) L agricoltura 4.0 è un insieme che coinvolge l impiego di tecniche e tecnologie avanzate per migliorare la resa e la sostenibilità delle coltivazioni, la qualità produttiva e di trasformazione e le condizioni di lavoro. (b) Grazie ai droni per esempio si può calcolare in maniera precisa qual è il fabbisogno idrico di una determinata coltura oppure prevedere l insorgenza di alcune malattie delle piante o individuare in anticipo i parassiti che potrebbero attaccare le coltivazioni, riducendo di fatto gli sprechi. (c) Stazione meteo per l agricoltura di precisione completa di sensori per la difesa fitosanitaria, sensori per il risparmio idrico e sensori per l umidità del terreno. 0110.Parte1_Cap_04.indd 99 14/04/21 10:39

Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture
Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture