Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture

Agricoltura, innovazioni e ambiente La rotazione della spazzola crea inoltre un flusso d aria che permette l aspirazione dei semi garantendo la raccolta sia dei semi più grossolani e pesanti sia di quelli con pezzatura inferiore, assicurando così un elevata ricchezza in specie nel miscuglio finale. Il fatto che l erba non venga tagliata è importante, perché dopo la raccolta del fiorume si potrà utilizzare il prato per il pascolo o lo sfalcio. La raccolta del fiorume è dunque una modalità interessante di integrazione del reddito che, scegliendo con attenzione il prato donatore , permette di ottenere sementi adatte all ambiente aziendale per costituire prati a elevata biodiversità [ 13 ]. 13 Macchinario spazzolatore per raccogliere le sementi. a 107 Capitolo 4 Questa tecnica sta ottenendo un significativo successo specialmente nelle aziende agricole pedemontane, alpine e anche per le operazioni di rinaturalizzazione di zone degradate come ad esempio le piste da sci. Mais è una specie monoica che porta fiori maschili e fiori femminili sulla stessa pianta, ma in posizione diversa. Le coltivazioni di mais sono quasi tutte realizzate usando semi ibridi che sono portatori del fenomeno della eterosi, cioè manifestano maggiore vigore nello sviluppo e nella produzione di biomassa e granella, di cui gli individui ibridi sono portatori. Per produrre un seme ibrido è necessario posizionare la coltivazione lontano da colture che possono determinare impollinazioni indesiderate e organizzare l impianto in modo da avere nello stesso campo piante portaseme (piante femminili) e piante impollinatrici (piante maschili). Le piante portaseme vanno prontamente castrate tagliando l infiorescenza maschile oppure utilizzando particolari varietà di mais maschiosterili con polline infecondo. Scegliendo opportunamente le piante parentali (maschili e femminili) si ottengono semi ibridi che uniscono i caratteri dei genitori, danno origine a piante generalmente più vigorose e resistenti rispetto alle linee da cui sono state ottenute, la cui produttività è spesso sensibilmente più elevata [ 14 ]. Selezione massale Selezione ricorrente Varietà sintetiche PIANTE ALLOGAME Varietà ibride Reincrocio b 14 (a) Procedura di selezione per le piante allogame. (b) Barbe (prolungamenti degli stili degli ovari) delle spighe di Zea mays, pianta tendenzialmente allogama a fecondazione incrociata: per la riproduzione delle linee pure (necessarie alla successiva ibridazione) si favorisce l autoimpollinazione (autogamia) incappucciando le piante in modo tale che ognuna fecondi se stessa. In fase di ibridazione, invece, le piante portaseme vengono emasculate (col taglio del pennacchio, pannocchia, fiore maschile) per favorire una totale fecondazione incrociata degli ovari sulle spighe, con il risultato di una semente totalmente ibrida. 0110.Parte1_Cap_04.indd 107 14/04/21 10:39

Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture
Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture