2 Biotecnologie di base per le produzioni sostenibili

Parte 1 102 Agroambiente, Sostenibilità e Produzioni Biotecnologie di base per le produzioni sostenibili 2 Per migliaia di anni l uomo, all oscuro delle leggi biologiche, ha lavorato con successo sugli organismi per produrre o modificare quanto era prodotto dalla natura. Da sempre sono state scelte, conservate e utilizzate per l anno successivo le sementi migliori del raccolto, senza sapere che cosa le rendesse migliori, mentre le specie animali selvatiche sono state trasformate in domestiche, scegliendo per la riproduzione gli individui con particolari qualità, allo scopo di ottenere discendenti con le caratteristiche desiderate. In Italia, fino alla prima metà del XX secolo, tutte le aziende agricole destinavano una parte dei semi di un raccolto alle semine da effettuarsi nell anno successivo e negli orti erano di solito le donne della famiglia ad avere cura di produrre e conservare i semi da un anno all altro. Ogni agricoltore produceva dunque autonomamente le piante necessarie per le nuove coltivazioni. Molte piante, come il grano, vivono solo un anno; altre, come l olivo, vivono più anni, ma nessuna in eterno. Per avere frutti e semi è quindi indispensabile organizzare un sistema, chiamato propagazione, che consenta di avere a disposizione con cadenza annuale o pluriennale nuove piante per iniziare nuove coltivazioni. La propagazione delle piante può avvenire: per via sessuale o gamica (riproduzione sessuale), questa riproduzione avviene in seguito alla fecondazione di un ovulo da parte del polline e successiva trasformazione in seme. Il seme è una piccola pianta in condizioni di letargo, in grado di riprendere lo sviluppo in opportune condizioni di temperatura e umidità [ 5 ]; GLOSSARY Propagazione delle piante Plant Propagation Biotecnologie Biotechnology Produzioni sostenibili Sustainable productions 5 Propagazione di pianta per seme. Approfondimento 12 Le leggi di Mendel de due alleli diversi è detto eterozigote o ibrido mendeleiano. Il carattere che si presenta sia nell omozigote sia nell eterozigote e detto dominante; quello che si presenta solo negli omozigoti e detto recessivo. Il monaco Gregor Mendel (1822-1884), fu il fondatore della genetica, la scienza che si occupa della trasmissione dei caratteri ereditari degli esseri viventi. Nell orto del monastero Mendel lavorò otto anni esaminando diecimila piante di piselPrima legge di Mendel o legge della dominanza li, elaborò i risultati quantitativamente, dimostrò la ripetitività Quando due individui omozigoti, uno dominante e l altro recesdei fenomeni e trasse le regole oggi note come leggi di Mensivo, si riproducono, la loro discendenza presenta solo il fenotipo dominante nel 100% degli individui. In prima generazione del. Effettuando fecondazioni incrociate tra piselli che differigli ibridi sono uniformi sia nel fenotipo sia nel genotipo [ 6 ]. vano fra loro per uno o più caratteri, capì che il fenotipo di ogni individuo (cioè le sue caratteristiche somatiche) a b Omozigoti Eterozigoti è ereditario e dipende dal suo genotipo (cioè dal suo patrimonio genetico) e individuò l esistenr r (P) RR (F1) za di caratteri dominanti e caratteri recessivi. I caratteri di un organismo si costituiscono sulla base dell informazione presente nel genotipo r r Gameti R R Gameti R r R r e sono il prodotto dell attività di una proteina o dell attività combinata di più proteine, secondo Zigoti R r Rr Rr Rr rr Zigoti RR Rr Rr lo schema seguente: Gene (genotipo) Protei(F ) 1 na Fenotipo. (F2) Negli individui diploidi i cromosomi portanti lo stesso gene sono due; le due forme alternative di uno stesso gene, che occupaGameti R r R r R r R r Omozigote Eterozigoti Omozigote no la stessa posizione (locus) su cromosomi Eterozigoti omologhi, vengono definite alleli. Chi possiede due alleli identici per uno stesso carattere 6 (a) Prima legge di Mendel (dominanza completa). (b) Seconda legge di Mendel viene definito omozigote, mentre chi possie- (legge della segregazione). 0110.Parte1_Cap_04.indd 102 14/04/21 10:39

Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture
Agricoltura sostenibile, biologica e difesa delle colture