PRODUZIONI VEGETALI 

ARBORICOLTURA DA LEGNO E DA ORNAMENTO 401 Capitolo 10 Castagno NOME COMUNE INGLESE CHESTNUT TREE - NOME LATINO CASTANEA SATIVA - FAMIGLIA FAGACEAE Caratteristiche botaniche, ambientali e produttive Albero di notevoli dimensioni, assai longevo, può superare i cinque secoli di vita. Gli alberi di maggiori dimensioni sono quelli nati da seme. Facoltà pollonifera molto elevata. Caratteristiche selvicolturali 10.27 Legno di castagno invecchiato per la realizzazione di elementi di arredo di pregio. Vegeta in versanti sia ombrosi che assolati, fino ai 1.000 m di quota. discretamente termofilo e richiede terreni freschi per poter crescere bene. Le piantine necessitano di una modesta illuminazione per un buon accrescimento. Con la potatura si eliminano le branche secche, più vecchie e ombreggiate. I castagneti destinati alla produzione di legno sono solitamente cedui, con maggiore densità rispetto alle selve, per ottenere fusti slanciati e con pochi rami. Il rinnovo avviene dopo il taglio, col riscoppio di numerosi polloni. I turni adottati sono compresi tra 20 e 30 anni, consentendo di ottenere fusti, a 1,30 m da terra, di diametro superiore a 30 cm. Si esegue un primo sfollo dei polloni sulle ceppaie entro 5-6 anni dopo il taglio, cui fa seguito un diradamento verso i 15 anni. Un ettaro di castagneto ceduo di 30 anni può contenere fino a 200 m3 di legname. Caratteristiche del legno MASSA VOLUMICA: 580 kg/m3. Alburno bianco-giallastro, duramen da marrone chiaro a bruno. I tronchi da sega costituiscono l assortimento più pregiato ottenibile. Dai segati si ottiene legname per mobili, infissi e doghe per botti; i tronchi migliori possono anche essere tranciati. Cerro NOME COMUNE INGLESE EUROPEAN TURKEY OAK - NOME LATINO QUERCUS CERRIS - FAMIGLIA FAGACEAE Caratteristiche botaniche, ambientali e produttive Il Cerro raggiunge altezze intorno ai 30 m. La corteccia, inizialmente liscia e grigiastra, assume poi colorazione grigio-nerastra con fessurazioni. Le foglie, lunghe 6-11 cm e molto variabili, sono inciso-lobate con 4-7 coppie di lobi terminanti in un mucrone. La pagina superiore è scabra a maturità per la presenza di peli stellati. Caratteristiche selvicolturali Il cerro è una specie mesofila, eliofila e ubiquitaria per quanto riguarda la natura dei terreni. Caratteristiche del legno MASSA VOLUMICA: 770 kg/m3. Il legno del cerro è utilizzato soprattutto come legna da ardere; in passato, era impiegato per ottenere traverse ferroviarie e paleria. 10.28 Foglie e ghiande di Cerro dalle caratteristiche cupole con squame arricciate. 0210.Capitolo_10.indd 401 26/03/20 18:11

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree