PRODUZIONI VEGETALI 

376 PRODUZIONI VEGETALI ARBOREE Nocciolo NOME COMUNE INGLESE EUROPEAN FILBERT - NOME LATINO CORYLUS AVELLANA - FAMIGLIA BETULACEAE Caratteristiche botaniche, colturali e produttive un arbusto dalla corteccia marrone-grigiastra con lenticelle, alto fino a 4 m. Ha rami diritti, con rametti laterali corti, tomentosi da giovani e rossicci. Le foglie sono ovali-cuoriformi, di colore verde intenso, alterne. I fiori maschili sono pendenti a grappolo (amenti), di colore verde-giallognolo. Quelli femminili sono corti, portati sui rami dell anno (9.13). Si moltiplica per polloni di 1-2 anni, che si tagliano dalla pianta madre, oppure per propaggine in terra, o anche per margotta. Si può anche innestare a occhio in agosto. Esigenze pedoclimatiche Preferisce un clima mite e piovoso (soprattutto in estate), terreni tendenzialmente sciolti, con pH neutro (da 6,8 a 7,2), ma si adatta anche a terreni acidi e alcalini (fino a pH 8). Teme le gelate primaverili, in occasione dell emissione delle foglie, e il freddo intenso durante la fioritura. Varietà La scelta della cultivar dipende principalmente dalla destinazione d uso: per il mercato delle nocciole in guscio: Barcelona, Ennis, S. Giovanni, Carabel, Tonda; per le nocciole sgusciate: Romana; per le nocciole sgusciate e tostate: Tombul, Tonda Gentile delle Langhe, Negret, Tonda di Giffoni; per la trasformazione industriale: Tonda Gentile delle Langhe, Tonda Romana, Tonda di Giffoni, Mortarella, San Giovanni (prodotte in Italia); Negret e Pauetet (prodotte in Spagna); Tombul, Palaz, Fosa (prodotte in Turchia). 9.13 a) Foglie e nocciole ancora immature; (b) fiori maschili (riuniti in amenti) e (c) femminili. a b 0200.Capitolo_09.indd 376 a Raccolta e utilizzazione Il Paese produttore più importante a livello globale è la Turchia. In Italia il nocciolo si estende su una superficie di 70.000 ha, distribuiti tra Campania, Lazio, Piemonte e Sicilia. La maturazione dei frutti ha inizio nella seconda metà di agosto e si protrae per circa un mese; avviene in modo scalare, a mano a mano che completano il loro accrescimento e si disarticolano dagli involucri, cadendo a terra. La produzione di noccioleti specializzati è di 2-3 tonnellate di nocciole per ettaro. La raccolta può avvenire in un unica soluzione, quando sono caduti tutti i frutti, o in più soluzioni durante il periodo di maturazione con il miglioramento della qualità del prodotto. La raccolta può essere eseguita a mano, con macchine aspiratrici oppure con macchine raccattatrici. La maggior parte della produzione (90%) è destinata all industria dolciaria dove si impiegano nocciole intere (nei torroni e nelle tavolette di cioccolato), in frammenti per pasticceria e gelateria, oppure macinate per le creme per gelati e da spalmare. L industria c dolciaria predilige le nocciole tonde, mentre quelle lunghe sono destinate al consumo diretto e alla frantumazione. Grazie all elevato contenuto di grassi (che oscilla dal 50 al 70%) dalle nocciole si estrae anche un olio utilizzato per usi alimentari o industriali. I gusci sono usati per truciolati, come combustibile oppure per l estrazione di grassi. 26/03/20 18:09

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree