PRODUZIONI VEGETALI 

FRUTTICOLTURA MINORE E ALTERNATIVA 373 Capitolo 9 Kaki NOME COMUNE INGLESE PERSIMMON TREE - NOME LATINO DIOSPYROS KAKI - FAMIGLIA EBENACEAE Caratteristiche botaniche, colturali e produttive L albero può raggiungere i 12 m d altezza, specie in terreni molto fertili. La chioma è globosa, formata da foglie grandi, ovali o tondeggianti, piuttosto coriacee, di colore verde scuro lucido. I fiori, isolati o riuniti in infiorescenze, hanno un calice e una corolla tubiforme, con quattro lobi, color bianco crema. Il kaki può essere ritenuto specie monoica in alcuni casi, dioica in altri e anche poligamo-dioica in altri ancora, poiché le diverse cultivar possono portare fiori femminili (pistilliferi), maschili (staminiferi) e completi (ermafroditi). Il frutto è una bacca di dimensioni e forma variabili (globosa, appiattita, conica, costoluta), di colore giallastro, arancio o rossastro a maturazione. La polpa matura è dolce e gradevole, lievemente deliquescente. Esigenze pedoclimatiche abbastanza resistente alle basse temperature. Non sopporta le gelate tardive. sensibile anche al vento, soprattutto nel periodo della raccolta. Preferisce terreni sciolti e ben drenati. Varietà Le cultivar si possono classificare secondo l astringenza dei frutti: 9.8 Cultivar di kaki con diversa astringenza: (a) Fuyu; (b) Hachiya; (c) Aspetto del frutto in sezione. a b 0200.Capitolo_09.indd 373 costanti alla fecondazione non astringenti (CFNA): cultivar con frutti non astringenti alla raccolta, indipendentemente dalla presenza di semi (kaki dolce); la polpa è chiara e i frutti sono eduli fin dalla raccolta, indipendentemente dalla fecondazione (per esempio: cv. Fuyu, Jiro, Hana Fuyu, O Gosho); costanti alla fecondazione astringenti (CFA): cultivar con frutti astringenti, indipendentemente dalla presenza di semi; la polpa è chiara e i frutti sono eduli soltanto dopo l ammezzimento, cioè si rende necessaria la post-maturazione (per esempio: cv. Hachiya, Atago, Yokono); variabili alla fecondazione non astringenti (VFNA): cultivar non astringenti, se fecondati; la polpa è scura, con uno o più semi; non sono eduli alla raccolta se partenocarpici, richiedendo in tal caso l ammezzimento del frutto (per esempio: cv. Kaki Tipo, Nishimura Wase, Shogatsu); variabili alla fecondazione astringenti (VFA): cultivar con frutti astringenti, anche se fecondati. Non astringenti solo attorno ai semi. Il numero dei semi, anche se elevato, non comporta mai la completa edibilità della polpa (per esempio: cv. Aizumishirazu, Hiratanenashi). c Raccolta e utilizzazione Se la raccolta è precoce, in genere il frutto risulta astringente a causa dell elevato contenuto in tannini. I frutti maturano fra l inizio di ottobre e la metà di novembre. I kaki possono essere commercializzati come frutta fresca da ottobre, quando iniziano a maturare, fino a gennaio. Non si prestano a lunghi periodi di conservazione data l elevata suscettibilità dei frutti ai danni da freddo. Dal kaki si possono ottenere anche confetture. 26/03/20 18:09

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree