PRODUZIONI VEGETALI 

326 PRODUZIONI VEGETALI ARBOREE 7 6 Mandorlo MANDORLO - ALMOND TREE inquadramento botanico Regno Plantae Famiglia Rosaceae Divisione Genere Prunus Magnoliophyta Specie Classe Magnoliopsida Prunus dulcis (o Amygdalus communis) Ordine Rosales Importanza economica, diffusione e classificazione botanica 7.86 Drupe mature prossime alla raccolta. t Produzione Italia (x 1.000) 90 82 74 66 58 50 2013 2014 2015 2016 7.87 Produzione nazionale: tendenza fino al 2016. I principali produttori mondiali di mandorle sono gli Stati Uniti (California) e l Australia. Ampi territori coltivati a mandorlo si trovano anche in Turchia e in Iran, nonché sulle coste settentrionali dei Paesi africani che si affacciano sul Mediterraneo. Il mandorlo è una specie sensibile al freddo, pertanto in Europa, la coltivazione è compresa principalmente in Italia, Spagna, Portogallo, Francia del Sud (Provenza e Corsica) e Grecia. In Italia, le regioni più vocate alla coltura del mandorlo sono le Marche, la Puglia, la Sicilia e la Sardegna. La mandorla è utilizzata in confetteria, pasticceria, gelateria, gastronomia, cosmesi (olio di mandorla), bevande (per esempio latte di mandorla) e in nutraceutica. Il mandorlo appartiene all ordine delle Rosales, alla famiglia delle Rosaceae, genere Prunus, specie Prunus dulcis (Mill.) Webb. (sin. Amygdalus communis = Prunus amygdalus = Prunus communis). Alla specie Prunus dulcis appartengono tre sottospecie: sativa (con seme dolce ed endocarpo duro, comprende la maggior parte delle specie coltivate); amara (seme amaro); fragilis (seme dolce ed endocarpo fragile). Il mandorlo selvatico è originario dell area mediterranea orientale; da qui, i Fenici lo portarono dapprima in Sicilia poi in Francia, Spagna e in quasi tutti i Paesi del Mediterraneo. Morfologia e biologia Il mandorlo è una pianta a medio sviluppo, dal portamento assurgente e capace di raggiungere 7-8 m di altezza; possiede radici molto espanse che la rendono adatta anche a crescere in zone siccitose. Fusto, rami e foglie 7.88 Dardo a mazzetto in fase di fioritura. 0180.C_Capitolo_07.indd 326 Il fusto ha una corteccia screpolata di colore scuro, mentre i rami assumono colori grigio-brunastri. Le foglie sono alterne, lanceolate, con margine seghettato e ghiandole all attacco del peduncolo; si distinguono da quelle del pesco perché lunghe più del doppio del peduncolo stesso. Alcune cultivar, come quelle pugliesi, fruttificano prevalentemente sui dardi 26/03/20 18:04

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree