PRODUZIONI VEGETALI 

COLTURE ARBOREE DRUPACEE La polpa di colore rosso scuro è di media consistenza, media succulenza e molto gustosa. 2) Favorit: pianta ungherese a maturazione precoce con albero di medio vigore e portamento assurgente-espanso. Produttività elevata, fruttificazione prevalente sui dardi, fioritura precoce e di medio-scarsa intensità. Frutto di elevata pezzatura, sferoidale-depresso in sezione longitudinale, sferoidaleappiattito in sezione trasversale, cicatrice stilare media e superficiale, cavità peduncolare poco ampia e profonda, colore rosso uniforme e linea di sutura superficiale e rosso scura. La polpa è aranciata, di medio-scarsa consistenza, succosa e con buone qualità gustative. 3) Marasca di Verona: cultivar a maturazione intermedia, vigoria media, portamento assurgente-espanso, rami pendulo-piani, messa a frutto precoce, produttività medio-elevata, fruttificazione prevalente sui dardi. Fioritura intermedia. Frutto di medie dimensioni. Polpa di colore giallo, con media-scarsa consistenza e qualità gustative buone. 4) Montmorency: vecchia cultivar francese di genealogia sconosciuta, originaria della omonima vallata, a maturazione intermedia con albero di medio vigore e portamento assurgente-espanso. Messa a frutto tardiva, fioritura tardiva e di medio-elevata intensità. Produttività medio-elevata. Il frutto appare di medie dimensioni, forma longitudinale sferoidale-depressa, forma trasversale sferoidale, cavità peduncolare poco profonda e poco ampia, cicatrice stilare piccola e infossata, colore della buccia rosso uniforme, con sovracolore esteso per il 90% della superficie. La linea di sutura è scura e superficiale. La polpa è gialla, di scarsa consistenza con tessitura grossolana e scarsa resistenza alle manipolazioni. Sapore discreto e media succulenza. 5) Pandy 114: clone di Pandy selezionato da S. Brozik a Budapest (Ungheria) idoneo per il consumo fresco e la trasformazione industriale (sciroppi e confetture). L albero presenta vigore medio, portamento assurgente, messa a frutto media e media produttività. La fioritura (precoce e medio-scarsa) è successiva alla fogliazione. Il frutto è medio-grosso, di forma trasversale sferoidale, di forma longitudinale sferoidale-depressa, colore dell epidermide rosso, sovracolore rosso punteggiato, esteso sul 95-100% della superficie. La polpa ha colore arancio, consistenza elevata, buone qualità gustative, media succulenza e buona resistenza alle manipolazioni. La raccolta manuale è facile e la sensibilità alla monilia è scarsa. 323 Varietà locali di ciliegio dolce 1) Del Monte: varietà diffusa prevalentemente nelle zone del Casertano e del Napoletano. Pianta con habitus standard, con epoca di fioritura e di maturazione media. Produce frutti di pezzatura medio-grande, cordiformi, dalle ottime caratteristiche organolettiche. 2) Durone della Marca: polpa soda e giallastra, priva di antociani. Varietà idonea per liquoreria: consente di ottenere un liquido alcolico di macerazione quasi privo di colore. 3) Durone dell Anella: pianta a maturazione intermedia, albero di vigoria medio-elevata e portamento espanso. Fioritura medio-scarsa e tardiva, autoincompatibile (gli impollinatori indicati sono Giorgia, Van e Ferrovia). Entrata in produzione lenta e produttività media. Il frutto presenta media pezzatura, aspetto cordiforme, lunghezza del peduncolo media, buccia rosso brillante, polpa soda, consistenza elevata, sensibilità allo spacco media e caratteristiche gustative buone. 4) Durone Nero I di Vignola: cultivar a maturazione intermedia, con pianta di medio vigore, portamento espanso e medio-scarsa produttività. Il frutto si presenta di medio-grosse dimensioni, con forma tendenzialmente sferoidale, colore di fondo rosso scuro e sovracolore di tipo punteggiato (7.79). La polpa, di colore rosso, è molto gustosa, con succulenza e consistenza media. Questa varietà presenta una buona resistenza alle manipolazioni, medio-elevata sensibilità allo Pseudomonas, medio-elevata sensibilità alle virosi, sensibilità alla monilia dei fiori e dei frutti medio-scarsa. 5) Durone Nero II di Vignola: cultivar tardiva di interesse locale. La pianta è di vigoria medio-elevata, a portamento assurgente-espanso; frutti di media pezzatura con buccia di colore rosso scuro e polpa mediamente consistente, di colore rosso. Matura nella terza settimana di giugno. Adatta alla preparazione di confetture. 6) Durone tardivo di Valstaffora: cultivar a maturazione tardiva con pianta a elevato vigore, portamento assurgente e scarsa produttività. Il frutto si presenta di medie dimensioni con forma sferoidale-appiattita, colore di fondo rosso e sovracolore di tipo punteggiato. La polpa è di discrete qualità gustative, colore rosso, consistenza medio-elevata e succulenza scarsa. Molto sensibile al cracking, con una buona resistenza alle manipolazioni e scarsa sensibilità alla monilia dei frutti. Nella scelta della cultivar è fondamentale l impollinatore: oltre a identificare quello più affine alla cultivar da impiantare, bisogna verificarne l idoneità alle condizioni climatiche locali. 7.79 Nel ciliegio dolce (Prunus avium L.) la fruttifica7.80 Nel ciliegio acido (Prunus cerasus L.) i frutti zione avviene principalmente sui dardi fioriferi. sono portati da rami misti lunghi e sottili. 0180.C_Capitolo_07.indd 323 Capitolo 7 7.81 Durone nero di Vignola. 26/03/20 18:04

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree