PRODUZIONI VEGETALI 

304 PRODUZIONI VEGETALI ARBOREE 7 4 Susino SUSINO - PLUM TREE inquadramento botanico Regno Plantae Famiglia Rosaceae Divisione Genere Prunus Magnoliophyta Specie Classe Magnoliopsida Prunus domestica, Ordine Rosales P. salicina Importanza economica, diffusione e classificazione botanica G LOSSARY Apparato radicale: Root system Il principale produttore mondiale di susine è la Cina, seguita da Romania, USA, Serbia, Cile e Turchia. La Romania è anche il più importante produttore europeo seguita da Italia e Spagna. In Italia si coltivano sia i susini cino-giapponesi (Prunus triflora e Prunus salicina) con frutti maggiormente adatti al consumo fresco, sia i susini europei (Prunus domestica) con drupe idonee all essiccazione e alla trasformazione industriale. Al Nord il susino è coltivato in Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto; al Centro è diffuso in Campania, Lazio, Abruzzo e Toscana mentre al Sud è presente in Basilicata, Puglia, Sardegna e Sicilia. La superficie coltivata si aggira sui 13 mila ettari, mentre la produzione nazionale ha raggiunto, e superato negli ultimi tempi, le 220 mila tonnellate annue. A Vignola (Mo) e nei comuni limitrofi c è una lunga tradizione di coltivazione delle susine. Dal 1992 si è costituito un consorzio per la valorizzazione delle susine, 3/4 delle quali cino-giapponesi. La produzione complessiva è di circa 10.000 tonnellate all anno. Il susino appartiene all ordine Rosales, famiglia Rosaceae, sottofamiglia Prunoideae, genere Prunus. Le diverse specie sono raggruppate per zona geografica di origine in: asiatico-europee: suddivise in europee (Prunus domestica), siriache (Prunus insititia), mirabolane (P. cerasifera); 7.52 Ramo misto di due anni prossimo alla fioritura. cino-giapponesi: la più importante è il Prunus salicina; americane: Prunus americana, P. nigra, P. angustifolia, P. watsoni. Le specie europee, esaploidi (2n = 48), comprendono diversi tipi: Regina Claudia, Prugne vere, Imperatrice e Lombarde. Le specie asiatiche, anche queste esaploidi, comprendono le Damaschine ovali e sferiche, le Mirabelle, le Sangiuliane. I mirabolani sono invece diploidi (2n = 16). I susini americani sono diventati interessanti per gli ibridi derivati, per esempio Shiro. Il centro di origine e domesticazione della specie è l Asia, nello specifico la zona del Caucaso; da qui la coltivazione si è diffusa dapprima in Siria e successivamente (circa nel 150 a.C.) circa nell area del Mediterraneo grazie ai Romani. Furono però i Cavalieri della prima Crociata a diffonderne la coltivazione in tutta l Europa intorno al 1200 d.C. Morfologia, biologia e fisiologia Il susino europeo è un albero a portamento assurgente, in grado di raggiungere un altezza fino a circa 9 m, se lascito crescere liberamente. Il susino cino-giapponese, invece, ha un portamento più espanso, tendenzialmente ombrelliforme e con rami penduli. Radici, fusto e rami Il susino ha un apparato radicale piuttosto superficiale, pertanto può essere posto a dimora anche in terreni poco profondi. una pianta mediamente vigorosa, dotata di grande attitudine pollonifera. 0170.B_Capitolo_07.indd 304 26/03/20 18:00

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree