PRODUZIONI VEGETALI 

278 PRODUZIONI VEGETALI ARBOREE c 3, 5 m 2,6 m a 5,5 m d b e a 7.22 (a) Giovane pescheto allevato a vaso basso, in fioritura. (b) Pescheto in fiore nella tipologia del vasetto libero (cioè senza alcun prolungamento del tronco oltre l unico palco di branche primarie): da notare la consociazione agronomica (arborea-erbacea) praticata con il carciofo. (c) Struttura e sesto d impianto del vasetto ritardato. Operazioni colturali sul verde (d) diradamento dei frutticini (e) e potatura verde con eliminazione dei succhioni. L impianto si effettua di norma con astoni non spuntati, provvisti di buoni rami anticipati. Nel caso in cui l astone sia troppo vigoroso, o comunque di cattiva qualità e sprovvisto di buone gemme a legno, è consigliabile tagliarlo a 10-15 cm sopra il punto d innesto, ricostituendo la pianta da un nuovo germoglio. Durante i primi 2 anni, la potatura è ridotta praticamente a poco o nulla, eliminando i rami inseriti sui primi 40-50 cm di tronco. Al terzo anno, successivamente alla raccolta, l asse centrale viene tagliato a 80-100 cm dal suolo in modo da lasciare 4-5 branche permanenti. La pianta deve raggiungere un altezza di circa 2,5-2,7 m, tale da permettere l esecuzione da terra delle operazioni colturali e della raccolta. b 9 Vantaggi: 1. non richiede strutture temporanee o permanenti; 2. la potatura di allevamento è di facile esecuzione; 3. richiede un basso livello di meccanizzazione; 4. permette di svolgere tutte le operazioni manuali da terra. Svantaggi: 1. le piante sono soggette a danni da freddo considerata l altezza contenuta; 2. produzione a ettaro inferiore alle forme di allevamento a parete verticale e a ipsilon. 0160.A_Capitolo_07.indd 278 p 26/03/20 17:57

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree