PRODUZIONI VEGETALI 

COLTURE ARBOREE DRUPACEE l a Energia (kcal) Proteine (g) Lipidi (g) Grassi (g) Amido (g) Zuccheri solubili (g) Fibra alimentare (g) Fibra insolubile (g) Sodio (mg) Potassio (mg) Ferro (mg) Calcio (mg) Magnesio (mg) Fosforo (mg) Vitamina B1 (Tiamina) (mg) Vitamina B2 (Riboflavina) (mg) Vitamina PP (Niacina) (mg) Vitamina A, retinolo equiv. (mg) Vitamina C (mg) Acqua (%) QUANTIT 27 0,8 0,1 6,1 2,1 6,1 2,1 1,2 3 260 0,4 4 9 20 0,01 0,03 0,5 27 4 90,7 7.9 Sostanze contenute nelle pesche fresche (per 100 g di parte edibile) e relativo valore energetico. PESCHE TORMENTOSE O PESCHE VELLUTATE PESCHE NETTARINE O PESCHE NOCI Capitolo 7 L endocarpo è legnoso, e può rimanere aderente alla polpa (cultivar duracine) oppure distaccarsi da essa (cultivar spicche o spiccagnole) (7.8, 7.9, 7.10). 7.8 Varietà di pesche: (a) polpa gialla e (b) bianca. COMPONENTI 271 In base al tipo di polpa si possono distinguere tre tipologie di frutto: fondente (Melting: M), comprende cultivar destinate al consumo fresco il cui frutto, raggiunta maturazione fisiologica, è molle e ricco di succo; duracino (Non Melting: NM), caratteristico delle percoche; Stony Hard (SH), con polpa molto consistente, croccante. b a Fisiologia, fenologia e propagazione Anche le drupacee, così come le pomacee, sono piante caducifoglie che entrano in riposo vegetativo al sopraggiungere dell inverno. Diversamente dalle pomacee però, il pesco e le drupacee in genere sono piante proteranti, cioè con la fase di fioritura che precede l emissione delle foglie. L epoca di fioritura dipende dal fabbisogno in freddo (variabile da poche decine fino a oltre 1.000 ore di freddo) e dall andamento climatico e si verifica, per la gran parte delle cultivar, in modo scalare nelle diverse cultivar tra la fine di febbraio e la seconda metà di marzo. Le gemme a fiore si differenziano a iniziare da metà agosto per schiudere nella primavera successiva. Il pesco è una pianta autofertile e l impollinazione è di tipo entomofilo. Per favorire una fecondazione ottimale, è utile inserire un numero adeguato di arnie di api in prossimità del frutteto. Anche la maturazione dei frutti avviene in modo scalare: si avvia a inizio luglio nelle cultivar molto precoci e si completa a ottobre in quelle più tardive. a polpa gialla compatta percoche a polpa succosa pesche comuni non spicche* o duracine spicche* o spiccagnole pesche comuni non spicche* o duracine nettarine spicche* o spiccagnole nettarine a pasta: - biancastra - giallastra - sanguigna * Il termine spicche (spiccagnole) evidenzia il fatto che la polpa si distacca naturalmente dal nocciolo. Nelle pesche non spicche (duracine) la polpa rimane attaccata al nocciolo. 7.10 Classificazione pomologica dei frutti di pesco. 0160.A_Capitolo_07.indd 271 26/03/20 17:56

PRODUZIONI VEGETALI 
PRODUZIONI VEGETALI 
Volume B - Arboree