DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE

Difesa: Verde alberato urbano 133 Capitolo 2 Verifiche Verifiche interattive Associazioni Esegui le seguenti associazioni tra le avversità, a sinistra, e gli aspetti patologici, epidemiologici o di danno posizionati a destra. 1. Cameraria ippocastano a Femmina brachittera 2. Phloeosinus aubei b Obbligo di abbattimento platani ammalati 3. Anaphes nitens sp. c Periteci scuri e ascospore 4. Apiognomonia veneta d Mine fogliari 5. Ganoderma sp. e Trasmissione cancro-corteccia-cipresso 6. Ceratocystis fimbriata f Parassita del punteruolo dell eucalipto 7. Eucallipterus tiliae g Carie del legno 8. Falena brumale h Punture e melata sulle foglie dei tigli 9. Lerps i Protezione cerosa della psilla dell eucalipto 10. Rhynchophorus ferrugineus l Detto anche punteruolo rosso delle palme Completa le parole mancanti 1. Nei platani colpiti da cancro colorato sulla chioma si manifestano ............... e filloptosi con .................. cronici oppure repentini (colpo ...................). Sugli organi legnosi compaiono ................., sollevando la corteccia in corrispondenza dei .........., il legno sottostante appare di colore caffè-latte o quasi nero. 2. Le larve della cameraria dell ippocastano scavano .............. all interno delle foglie: la larva di prima età e tipo è .............. e scava una mina .............; poi, con la prosecuzione dell attività trofica, la mina diventa ..............., lunga fino a ......... . 3. L attività trofica dell afide del tiglio ha come conseguenza, oltre alla sottrazione di ........, una produzione di abbondante ........... che imbratta la vegetazione e cola sotto la ........... con fastidio per persone e cose quando l albero è piantumato in giardini e alberate .............. . 4. Seiridium cardinale, agente del cancro della corteccia sul cipresso, è un ........... che si riproduce asessualmente tramite ........... . Le nuove infezioni sono realizzate da tali propaguli disseminati dalla .......... con il concorso del vento, da ........... del legno e forse anche da ........... . 5. Il punteruolo rosso delle palme è un ................... originario dell Asia Sud-orientale dove era noto da tempo per la sua aggressività, a partire dal ........ ha iniziato la massiva diffusione verso Occidente, attraversando la Penisola ............., il Medio Oriente e poi l .........., per approdare in Europa. 6. Non bisogna dimenticare che anche gli alberi, come tutti i viventi, non sono eterni, hanno un ciclo vitale in cui dopo un periodo di vigore ................ raggiungono un equilibrio tra possibilità di sviluppo delle .......... e chioma, rallentano la .............., invecchiano perdendo lentamente .......... e capacità rigenerative (......................). Anche nelle foreste naturali sono soggetti alla ............ lasciando spazio al novellame. 7. Le piante pioniere come le betulle, i pioppi tremuli, le ............ hanno vita relativamente breve e raggiungono in poche decine di anni la ................. . Mentre piante come le querce (caducifoglie e ......................), i platani, i ........, i castagni, gli ........., le sequoie hanno una senescenza molto tarda e diluita nel tempo. 8. Le carie del legno vengono empiricamente distinte in carie ............ e carie bruna. Nel primo caso il patogeno demolisce prevalentemente la ............., mentre nella carie bruna sono attaccate la ............... e le emicellulose. 9. Il SIM è un metodo che si avvale di una prova ................... che serve a valutare la ................... alla rottura e allo ......................... di un albero sottoposto a una forza di ................ . 10. Il frattometro è un semplice strumento a .......... che simula, su un campione di legno prelevato con ................., il carico a cui verrebbe sottoposto l albero sollecitato dal ............ . La misura della resistenza al punto di ........... viene letta su una scala ............... dove sono anche riportati gli angoli di ................. . 0100.Capitolo_2_b.indd 133 07/03/22 17:25

DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE
DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE