4 Tiglio: avversità

Difesa: Verde alberato urbano 4 115 Capitolo 2 Tiglio: avversità Cercosporiosi Tilia leaf spot Agente causale z Mycosphaerella microsora Classificazione z ord. Ascomycota fam. Mycosphaerellaceae Sintomatologia Sulle foh glie è ben visibile una diffusa macchiettatura; le macchioline sono di forma sub-circolare, di diametro intorno ai 3-4 mm, di colore grigio, contornate da un alone bruno violaceo [ 50 ]. Piante ospiti e distribuh zione La malattia è presente in diverse aree europee. Tilia cordata è, tra le specie di tiglio, quella più sensibile. Le piante giovani sembrano essere le più suscettibili. Biologia ed epidemiologia L infezioh ne primaria è prodotta dalle ascospore che si originano nei periteci sulle foglie cadute a terra, ma il patogeno può anche permanere sulla pianta in necrosi sui rametti (forma in precedenza denominata Cercospora exitiosa). Nel corso della buona stagione il fungo si moltiplica in forma asessuata per Cimicetta rosso-nera Fitofago z Pyrrhocoris apterus mezzo di 3-8 conidi lamentosi, settati, lunghi 35-100 m; essi sono generati da picnidi che compaiono sulla pagina inferiore della foglia al centro delle macchie più vecchie. La diffusione dei propaguli è af data a vento, schizzi di pioggia, insetti; la germinazione e la successiva penetrazione avvengono in presenza di un velo d acqua sulle foglie. 50 I sintomi si manifestano sulla pagina superiore della foglia ma sono visibili anche su quella inferiore. Danni Il fungo può attaccare anche il pich ciolo nel qual caso si può avere caduta della foglia. L incidenza della malattia è assai variabile in rapporto all andamento stagionale, e solo in caso di ripetute infezioni nel corso degli anni la pianta può indebolirsi. z Difesa Ordinariamente non sono necessari provvedimenti. Firebug Classificazione z ord. Hemiptera fam. Pyrrhocoridae Descrizione Adulto: corpo nero, la parte dorh sale presenta macchie rosse e nere che formano un disegno che fa venire in mente certe maschere tribali africane [ 51 ], lunghezza di 10 mm. Ninfa: presenta dorso rosso con abbozzi alari neri (hanno l aspetto di una macchia nera a U rovesciata in prossimità del capo). Piante ospiti e distribuzione Molto comune su h parecchie specie spontanee, frequente ai piedi o sui tigli. Questo insetto ha distribuzione geogra ca mondiale e in Italia è diffuso ovunque no a 1.300 metri di quota. 51 Colonia di ninfe e adulti e, in dettaglio, un esemplare di adulto. Biologia Sverna come adulto in vari h ripari (sotto le pietre, nelle screpolature dei muri e della corteccia degli alberi, ecc.). Le uova sono deposte a mucchietti sotto foglie secche, sassi o detriti presenti sul terreno; sia le forme giovanili sia gli adulti hanno comportamenti gregari. Sviluppa una sola ge- 0100.Capitolo_2_b.indd 115 nerazione all anno. Si nutre pungendo semi e frutti. Si trova soprattutto a inizio primavera. Danni Non è considerato un tofago di h interesse agrario. La sua eccessiva pullulazione in ambiente urbano può generare qualche apprensione nella popolazione. z Difesa Non sono giusti cati provvedimenti di lotta. 07/03/22 17:24

DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE
DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE