DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE

DIFESA 104 AGROAMBIENTE Verde ornamentale Paesaggistico Forestale l applicazione di mastici induce lo sviluppo di un cercine cicatriziale che impedisce in pratica la formazione di tessuto di copertura sulla ferita. importante che questo intervento di pronto soccorso , che ha il pregio di essere di facile esecuzione e costo trascurabile, sia messo in atto rapidamente (2-5 giorni dall evento): infatti nelle diverse prove è emerso che, a distanza di due settimane dal trauma lesivo, la pianta non è più in grado di reagire alla cura. Rispetto al materiale per la copertura i migliori risultati si sono avuti impiegando fogli di polietilene dello spessore di un millimetro. Col passare degli anni gli alberi tendono ad andare incontro a decadimento del legno dovuto ad agenti fungini di carie. Tradizionalmente la cura consisteva nell eliminazione delle parti cariate, pulizia e disinfezione delle cavità (dendrochirugia) e talora anche nel loro riempimento con materiali inerti, pratica quest ultima in realtà controproducente sia perché il tappo non segue l accrescimento del tronco sia in quanto la mancata aerazione favorisce lo sviluppo di microrganismi. Tuttavia anche l efficacia della ripulitura e l applicazione di mastici sulla superficie messa a nudo non è suffragata dai moderni studi sulla compartimentazione degli alberi, anzi si ritiene che questi interventi possano influire negativamente sui processi di riparazione naturali. Il principio è quello di far entrare e diffondere nell albero la soluzione fitosanitaria attraverso iniezioni al tronco direttamente nei vasi xilematici. L assorbimento può essere forzato iniettando il liquido sotto pressione [ 28a,b ] da 1,5-2,0 fino a 7,0 atm, oppure a bassissima pressione ovvero semplicemente per infusione avvalendosi della forza aspirante della colonna ascendente della linfa grezza [ 28c,d ]. Il trattamento endoxilematico viene impiegato contro svariati parassiti (tingidi, afidi, acari, minatrici fogliari, processionaria del pino, punteruolo rosso). Per la cura degli alberi sono praticati anche interventi di supporto tramite l apparato radicale per mezzo iniezioni al terreno di fertilizzanti, biostimolanti, micorrize, funghi antagonisti dei patogeni [ 29a ]. Un inconveniente a cui vanno incontro con una certa frequenza le alberate dei viali cittadini sono le ferite da scortecciamento provocate da autoveicoli. I risultati di sperimentazioni condotte in Germania all Università di Amburgo e replicate in Italia (Bolzano) hanno dimostrato che le latifoglie riescono a formare un callo superficiale se si interviene subito dopo lo scortecciamento, applicando una guaina opaca, previa bagnatura della superficie lesa per prevenire disidratazione [ 29b ]; viceversa a b c d 28 La somministrazione della soluzione fitosanitaria può essere effettuata con apparecchiature di vario tipo in grado di iniettare la soluzione a pressione stabilita (a, b) in pochissimi minuti; oppure per infusione, ossia sfruttando essenzialmente la corrente ascensionale della linfa (c); (d) sistema progettato dall Università di Padova che per la penetrazione utilizza una speciale lama lenticolare evitando l impiego del trapano che scalda e lede la zona cambiale riducendo la capacità di rimarginazione della pianta (è possibile esercitare anche una bassa pressione sullo stantuffo, oppure operare iniezioni multiple collegando più strumenti a contenitori pressurizzati). 0090.Capitolo_2_a.indd 104 07/03/22 17:23

DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE
DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE