Verifiche

Applicazione: Un caso da risolvere
Un floricoltore coltiva da sempre fiori da taglio fuori suolo, a ciclo chiuso in serre-vetro (serre che hanno uno sviluppo complessivo di circa 2.000 m2). Lo stesso lamenta due seri problemi fitosanitari: ragnetto rossomarciumi radicali a eziologia fungina. Contro il ragnetto rosso impiega da alcuni anni uno stesso acaricida che gli era stato a suo tempo raccomandato, mentre contro i marciumi non sa che fare. Per effettuare i trattamenti antiparassitari usa una normale irroratrice a spalla, che gli consente comunque di completare il lavoro in un tempo relativamente breve in considerazione della limitata superficie da coprire.
Servendoti delle tracce operative sotto riepilogate, scegli ed esprimi un tuo parere sulle migliori strategie individuate, motivando le scelte operate e commentandole; per quanto riguarda quelle che ritieni di non adottare, spiega il perché sono state ritenute meno efficaci o non idonee.
Possibili tracce operative:
1. Riconvertire totalmente l’indirizzo produttivo (es. ortive) ma conservando gli impianti.
2. Dotarsi di un sistema fog per facilitare e migliorare i trattamenti antiparassitari.
3. Abbandonare la lotta chimica e passare a quella biologica.
4. Cambiare l’acaricida, ruotando tra diverse sostanze attive disponibili.
5. Come per il punto 4 e in più, quando si sia registrato un abbattimento delle popolazioni del fitofago, introdurre adeguate strategie di lotta biologica.
6. Impiegare substrati preventivamente sterilizzati.
7. Abbandonare il sistema di coltivazione fuori suolo.
8. Aggiungere alla soluzione nutritiva circolante un fungicida rameico.
9. Aggiungere al substrato un fungicida rameico.
10. Dotare il sistema di circolazione della soluzione nutritiva di apparecchiature per filtrazione lenta su sabbia.

Verifica dell’Apprendimento
Prova a rispondere in tre righe alle seguenti domande.
1. Indica le principali regioni italiane vocate alla produzione florovivaistica e la relativa specializzazione.
2. Descrivi le caratteristiche principali delle piante da fronda.
3. Indica significato e differenze tra floricoltura e vivaismo.
4. Sintetizza le problematiche fitosanitarie più ricorrenti delle piante aromatiche.
5. Quali funzioni svolge il terreno nella coltivazione tradizionale che devono essere surrogate in quella fuori suolo?
6. Quali sono i tipi di rapporti che si possono instaurare tra patogeno e ospite?
7. Sulla base di quali interazioni l’infezione evolve in malattia?
8. Quale sintomatologia è associata alla ticchiolatura della rosa?
9. Quale strategia di difesa si può attuare per contenere il mal bianco della rosa?
10. Descrivi la sintomatologia da Coniothyrium e illustra su quali piante, oltre alla rosa, provoca danni.
11. Descrivi il ciclo biologico di Frankliniella occidentalis.
12. Descrivi il ciclo biologico di Otiorrynchus sulcatus.
13. Come si può prevenire l’attacco di Botrytis cinerea su ciclamino?
14. Come viene attuata la lotta chimica sulle piante attaccate da Metcalfa pruinosa?
15. Descrivi quali sono i comportamenti, i danni e le misure di lotta relativi alla minatrice del rododendro.
16. Quali sono le caratteristiche delle specie xilomicetofaghe che attaccano le piante?
17. Quali sono i sintomi provocati da Entomosporium mespili sulla fotinia?
18. Quali sono i sintomi della Maculatura batterica della lavanda?
19. Indica come vengono distinte le graminacee che costituiscono i tappeti erbosi.
20. Come si attua la difesa contro la Laetisaria fuciformis dei prati?

Scegli la risposta esatta
Quiz a scelta multipla complessa (vi possono essere da zero a due risposte esatte sulle quattro alternative presentate).
1. Tra i fattori intrinseci che influenzano la virulenza dei patogeni ci sono:
a condizioni ambientali
b emissione di melata
c punture di nutrizione
c ciclo biologico
2. Tra i patogeni seguenti, quale presenta un decorso cronico?
a ticchiolatura
b Mal bianco
c ruggine
d cancro rameale
3. Quale tra i seguenti è un fungo del terreno che causa marciumi basali, radicali e del colletto?
a Sclerotinia
b Verticillium
c ruggine
d mal bianco
4. Quali tra le seguenti sostanze attive trovano indicazione contro la fitoftora del rododendro?
a fosetil-Al
b tolclofos-metile
c spinosad
d Metalaxil-M
5. Contro le larve di oziorrinco possono essere impiegati
a insetticidi sistemici
b nematodi entomopatogeni
c vapore surriscaldato
d irradiazioni U.V.
6. Quale nuova specie di fungo che attacca il Pelargonio è stata rintracciata in Italia nel 2015?
a Botrytis cinerea
b Verticillium nonalfalfae
c Puccinia malvacearum
d Emphytus cinctus
7. Su orchidea i marciumi sono provocati da batteri di quali generi?
a Bradysia
b Myzus persicae
c Pectobacterium
d Acidovorax
8. Il fungo che causa la malattia denominata Mal bianco sul luppolo è determinata da
a Ostrinia nubilalis
b Phorodon humuli
c Pseudoperonospora humuli
d Sphaerotheca macularis
9. Su quali tra questi patogeni dei tappeti erbosi si formano sclerozi?
a Pythium spp.
b Microdochium nivale
c Rhizoctonia solani
d Typhula spp.
10. Quale patogeno degli Oomycota è tra quelli che causano le seguenti malattie dei tappeti erbosi?
a macchia ad anello
b macchia bruna
c marciume rosa invernale
d filo rosso
11. Tra le malattie esaminate nel testo, in quale il patogeno produce cleistoteci?
a ticchiolatura
b mal bianco
c ruggine
d cancro rameale
12. I rameici non sono anticrittogamici adatti contro
a ticchiolatura
b mal bianco
c ruggine
d cancro rameale
13. Nella lotta biologica contro i tripidi viene impiegato
a Orius laevigatus
b Ampelomyces quisqualis
c Bacillus thuringiensis
d Amblyseius cucumeris
14. I danni da tripidi sono rappresentati da
a erosioni
b punture di ovideposizione
c punture da nutrizione
d trasmissione di funghi patogeni
15. Lo zolfo si utilizza su rosa anche per
a la sua azione acaro/frenante
b la lotta ai tripidi
c la lotta al ragnetto rosso
d la lotta alla ticchiolatura
16. Il parassita Cacyreus marshalli interessa
a la coltura del glicine
b i gerani in serra
c i gerani in vaso
d i giovani rododendri

Associazioni
Esegui le seguenti associazioni tra malattie e fitofagi, a sinistra, e gli aspetti patologici, epidemiologici o di danno posizionati a destra.

1. Tappeti erbosi
2. Cacyreus marshalli
3. Oziorrinco
4. Diplocarpon rosae
5. Agrobacterium tumefaciens
6. Ragnetto rosso
7. Fitoftore che danneggiano le radici
8. Mal bianco della rosa
9. Rhizoecus falcifer
10. Tripidi
a Ampelomyces quisqualis
b TSWV (virosi)
c Agenti di marciumi radicali
d Filo rosso
e Cocciniglia che vive sulle radici
f Farfallina dannosa ai gerani (pelargoni)
g Coleottero i cui gli adulti erodono le foglie e le larve
h Macchie nere su rosa
i T-DNA (segmento di DNA plasmidico)
l Fitoseidi
Completa le parole mancanti
1. Floricoltura e ................ costituiscono un importante settore dell’...................... italiana, rappresentando circa il ....... della produzione agricola totale; esso conta 14.000 ........... attive nella produzione di ...... e piante ................. .
2. I tulipani sono originari delle catene montuose ......................, si diffusero nel Cinquecento in ............, da cui presero il nome di tülbent (turbante, francesizzato tulipan), e nel 1554 furono importati in ........... da un fiammingo ambasciatore alla corte di Solimano il Magnifico.
3. Il ragnetto rosso bimaculato vive sulle foglie (pagina .............) e sulle parti verdi e tenere che ........ per alimentarsi dei succhi ............. . Le femmine, dopo aver ............... e dopo essersi nutrite, iniziano a deporre moltissime ........ .
4. La piralide del bosso in Europa svolge ........ generazioni. La femmina ovidepone sulla pagina ............ delle foglie masse di uova all’interno di una sorta di ............ ; le larve fuoriuscite iniziano ad alimentarsi delle .......... compiendo, in base alla ................., solitamente 5 o 6 ........ . Sverna come ......... .
5. La metcalfa svolge .............. generazione all’anno e sverna allo stadio di ........ riparate nelle ................. delle piante ospiti.
6. La fusariosi dei bulbi si manifesta tipicamente come una ..................... : il danno è a carico dei tessuti .............. dove il patogeno si insedia, con conseguente interferenza sul trasporto della .........; ne consegue un patimento generale della ......... . Sulle bulbose si ha ................... fogliare a partire dalle parti più .........., e progressivo ................... .
7. Botrytis cinerea è un fungo ............... (cioè uccide i tessuti per ricavarne il proprio ..................) che attacca molte piante; è noto soprattutto su ......., da cui deriva il nome, per la sua manifestazione sui ............ d’uva.
8. Su Eucaliptus spp. sono state descritte ....... specie di eriofidi, distribuite nell’Oceania e in aree Indoimalaiane e Neotropicali. Phyllocoptes cacolyptae è un ........... trovato nel 2013 su ........... da fronda coltivato nel Ponente ligure.
9. Nelle Piante acidofile i sintomi di imbrunimento e marciume iniziano dalle .......... più sottili, per estendersi all’intero ....................... e poi al colletto; in conseguenza del danno alla parte .........., le foglie prima intristiscono, diventando ..........-verdi, poi appassiscono, facendo assumere alla pianta un aspetto di ........... chiuso e, infine, possono ............. e staccarsi.
10. Otiorrhynchus sulcatus danneggia numerose piante di interesse agrario e ................... : fragola, ............, lauroceraso, ........... .
11. Nella Maculatura batterica della lavanda i sintomi sono dati da lesioni .............. sulle foglioline. Le piante attaccate mostrano un ........................ difficoltoso e ...................... della parte aerea.
12. La suddivisione più semplice che si può effettuare delle malattie del tappeto erboso è quella in base ai ..........: a chiazza, a carta ................, a ........... esteso.
13. Rispetto alla sintomatologia, le malattie del tappeto erboso “a chiazze” comprendono: Macchia bruna - Brown patch - (.........................), Marciume rosa invernale - Pink .............. (Microdonium nivale), Macchia necrotica ad ........... - Necrotic ring spot (Ophiosphaerella korrae), Mal del piede - Take all patch (Gaeumannomyces graminis var. ...........), Marciume grigio delle nevi - Gray snow mold (............ spp.).
14. Tra le malattie del tappeto erboso “a carta geografica” si segnala: ........... fogliare e marciume - Pythium blight (Pythium spp.); nelle malattie “a degrado esteso” sono incluse ............... o Macchia a forma di ........... - Dollar spot (Sclerotinia ...................), Filo rosso - Read thread (Laetisaria fuciformis).

DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE
DIFESA E GESTIONE DELLE PIANTE